Patologie della cute

Le patologie della cute comprendono una serie di alterazioni della normale fisiologia e funzioni della pelle.
patologie-della-cute

La cute, o pelle, è un tessuto continuo composto di tre strati principali (epidermide, derma e ipoderma).

Nel corpo umano la pelle è uno dei maggiori organi per estensione e peso (15% del peso corporeo) e, se il corpo umano ha una superficie di 1,5-2 m2 circa e tenendo conto dello spessore medio degli strati superficiali 82-3 mm, il peso totale della pelle è di circa 10 Kg.

Proprietà

La cute ha due proprietà fondamentali:

  • l’autoriparazione (si rigenera dopo una lesione),
  • l’estensibilità (si adatta perfettamente alle variazioni della dimensione corporea che subentrano nel corso della vita).

Funzioni

E numerose funzioni:

  • protezione: da traumi, radiazioni ultraviolette, microrganismi e agenti chimici;
  • impermeabile: impedisce la perdita dei liquidi (in caso di ustioni gravi);
  • termoregolazione: grazie alle ghiandole sudoripare e alla regolazione del flusso sanguigno, aumentando (vasodilatazione) o rallentando (vasocostrizione) la dispersione del calore;
  • regolazione risposta immunitaria: contro tumori e agenti patogeni (allergie, germi);
  • proprietà metaboliche (sintesi della vitamina D):
  • riserva: di grassi;
  • capacità sensoriali: poiché, con il suo strato più superficiale, registra e trasmette gli stimoli pressori (tattili), dolorifici e termici, mentre con quello più profondo percepisce anche segnali termici e vibratori.

Alimentazione

Principi generali

Per mantenere la pelle tonica e sostanzialmente sana combattendo anche l’invecchiamento, bisogna mangiare alimenti ricchi di:

  • antiossidanti: vitamine e minerali, che proteggono dall’aggressione dei radicali liberi dell’ossigeno:
    • Vitamina C,
    • Vitamina E,
    • Vitamina A e caroteni,
    • Zinco: stimola le difese immunitarie,
    • Rame: previene e rallenta l’invecchiamento di peli, capelli e unghie,
    • Selenio;
  • ferro: trasporta l’ossigeno;
  • cellulosa;
  • acido gammalinolenico (GLA): idrata in profondità e combatte la secchezza;
  • amido: mantiene la pelle morbida e tonica come fornitore di energia.

Alimenti consigliati

  • Acqua in abbondanza, soprattutto nella stagione calda;
  • Cereali integrali, crusca, mais, riso;
  • Olio extravergine d’oliva (a crudo);
  • Latte e latticini freschi (meglio nelle versioni magre);
  • Ortaggi con vitamina C: peperoncini piccanti, peperoni, prezzemolo, rucola, broccoletti, cavolo, broccolo, spinaci, cavolfiore, fave, piselli freschi, radicchio, pomodori, indivia, patate novelle e lattuga
  • Ortaggi con vitamina A e carotenoidi: carote, pomodori e zucca;
  • Ortaggi verdi ricchi di ferro: cavolo riccio, spinaci, lattuga, funghi, asparagi, carciofi;
  • Frutta con vitamina C: kiwi, fragole, agrumi;
  • Frutta con carotenoidi: melone, albicocche, pesche, mango, papaia – o con altri antiossidanti more, mirtilli.

Alimenti da ridurre o da evitare

Da evitare:

  • carne: carni rosse grasse
  • pesce: pesci grassi e crostacei
  • salumi e insaccati
  • condimenti di origine animale (burro, strutto, lardo, mascarpone, panna)
  • bevande zuccherate e alcolici
  • dolci di pasticceria, particolarmente elaborati e a base di creme e cioccolato.

Senza eccedere:

  • tè verde
  • caffè
  • sorbetti e gelati di frutta.
Sei un operatore della salute?
ULTIME NOTIZIE