Allergia alla senape

L’allergia alla senape è una reazione immunitaria avversa ad alcune sue proteine; i sintomi sono quelli tipici di ogni allergia alimentare.
Allergia alla senape

L’allergia alla senape è una reazione immunitaria avversa ad alcune proteine contenute in questo alimento.

La senape è una pianta erbacea conosciuta e utilizzata in cucina sin dall’epoca romana. Oggi questo alimento speziato, saporito e leggermente piccante è diffuso sulle nostre tavole soprattutto come salsa per accompagnare piatti a base di carne.

I sintomi sono quelli tipici di ogni allergia alimentare: rossori, eritemi, eczemi, rigonfiamento della bocca, prurito, problemi respiratori, dispnea, difficoltà dell’apparato digerente e gastrointestinale. In caso di allergia grave si può correre il rischio di shock anafilattico.

Non è un’allergia molto diffusa nel nostro Paese dove la senape in tutte le sue forme si usa molto poco.

La soluzione da adottare in seguito a diagnosi di allergia alla senape è l’eliminazione di questo alimento dalla propria dieta. Non è, però, sempre facile sapere dove potrebbe essere presente la senape. Si potrebbe credere di dover evitare solo di utilizzare la salsa di senape su cibi, ma la senape è usata anche come spezia in molti prodotti apparentemente innocui.

Bisogna escludere dalla dieta i semi di senape, la senape in polvere, la senape come salsa pronta e/o preparata in casa, la mostarda.

È anche importante assicurarsi che i seguenti alimenti non contengano senape:

  • patatine e salatini;
  • salsa barbecue, ketchup e maionese;
  • salsa di pesce e pasta di pesce;
  • condimento per l’insalata;
  • insalate pronte;
  • sottaceti;
  • salami e salumi;
  • salsiccia;
  • zuppe, salse e brodi;
  • condimenti e aromi.

Questi sono solo alcuni degli alimenti che possono contenere senape. Prima di acquistare un alimento è molto importante leggere l’etichetta degli ingredienti, perché ci possono essere contaminazioni o tracce di senape in altri alimenti.

Il consumatore è tutelato dal Regolamento UE 1169/2011 che ha reso obbligatoria, da parte dei produttori, la dichiarazione in etichetta nutrizionale della presenza di 14 classi di allergeni, tra cui la senape.

Sei un operatore della salute?

Condividi su :