Diverticoli esofagei

I diverticoli esofagei sono delle estroflessioni sacciformi della parete dell’esofago; possono essere asintomatici o associarsi a disfagia e spasmi.
diverticolosi_esofagei

I diverticoli esofagei sono delle estroflessioni sacciformi congenite o acquisite della parete dell’esofago, comunicanti con il lume dello stesso.

In base al meccanismo di formazione, si distinguono:

  • diverticoli da pulsione
  • diverticoli da trazione

I primi sono dovuti alla graduale estroflessione della mucosa e della sottomucosa attraverso un’area di debolezza della parete muscolare, per effetto di un aumento della pressione intraluminale.

I secondi, invece, si verificano come conseguenza di forze di trazione esercitate sulla parete esofagea, a causa di un processo infiammatorio adiacente.

I diverticoli esofagei sono spesso asintomatici, ma talvolta sono associati a disfagia e a sintomi di gravità variabile correlabili a discinesie esofagee.

Consigli su stile di vita e dieta nel paziente con diverticoli esofagei

I pazienti con diverticoli esofagei è bene che seguano alcune norme comportamentali e nutrizionali:

  • non sdraiarsi (o piegarsi) subito dopo i pasti principali;
  • dormire con due cuscini, per facilitare lo svuotamento dell’esofago e limitare la stasi di cibo;
  • evitare pasti abbondanti;
  • evitare l’assunzione di caffè, menta, cioccolato, cibi grassi ed alcolici;
  • ridurre gli alimenti acidi che possono irritare le pareti dell’esofago: spremute, succhi di agrumi, pomodoro e pepe.
Sei un operatore della salute?