Intolleranza alle metilxantine

L’intolleranza alle metilxantine è un’intolleranza farmacologica a queste sostanze naturali contenute nel cacao, nel caffè e nel tè.
Intolleranza alle metilxantine

Le metilxantine (teobromina, caffeina e teofillina) sono delle sostanze naturali contenute nel cacao, nel caffè e nel tè, in grado di stimolare a, seconda della concentrazione, il sistema nervoso centrale, l’apparato cardiovascolare, la respirazione, la diuresi, l’escrezione acida a livello gastrico e il metabolismo in generale.

La caffeina in particolare è in grado di ritardare la sensazione di fatica, di migliorare i riflessi e la capacità di concentrazione e di avere una blanda azione analgesica.

Le metilxantine possono provocare un’intolleranza farmacologica. Nei soggetti che manifestano sensibilità a queste sostanze gli effetti sono nervosismo, irritabilità, agitazione, insonnia, mal di testa e palpitazioni cardiache, attacchi di panico e ansia.

In caso di manifesta sensibilità, è consigliato escludere dalla dieta gli alimenti che contengono le metilxantine in maggiori concentrazioni per evitare reazioni avverse più o meno gravi. Sono quindi da evitare:

  • the;
  • caffè;
  • cacao e derivati;
  • cola;
  • bevande energetiche.
Sei un operatore della salute?

Condividi su :