Iperuricemia e gotta

La gotta è una malattia caratterizzata da infiammazione delle articolazioni per il deposito di cristalli di acido urico.
Iperuricemia e gotta

L’acido urico che si ritrova in circolo nel sangue è un prodotto finale del metabolismo delle purine, composti cristallini che fanno parte degli acidi nucleici che compongono il DNA e che si ritrovano nel nucleo delle cellule.

Quando il livello dell’acido urico nel sangue supera i valori ritenuti fisiologici (uomo 4-7 mg/100 ml, donna 3-6,5 mg/100 ml) si parla di iperuricemia; questa condizione può essere causata da un’iperproduzione e/o da una ridotta escrezione dell’acido urico. In presenza di iperuricemia si può andare incontro a una malattia cronica, in parte ereditaria, chiamata gotta.

Quest’ultima è caratterizzata inizialmente da infiammazione e dolore articolare, dovuti al deposito dell’acido urico, nelle articolazioni.

La gotta è più frequente negli uomini, rispetto alle donne, nelle persone diabetiche, negli obesi e in chi soffre d’ipertensione arteriosa (pressione alta) con interessamento del rene.

La gotta è legata anche a una dieta troppo ricca di purine e di proteine, di grassi saturi (frattaglie di animali, frutti di mare, carni rosse grasse, salumi, insaccati) e di alcol.

Anche lo stile di vita troppo sedentario fa la sua parte.

Alcuni farmaci possono causare iperuricemia: diuretici, aspirina, ciclosporine, farmaci anti-parkinson.

Curare l’iperuricemia

Oltre a una dieta adeguata esistono pochi farmaci utilizzabili per ridurre l’iperuricemia: alcuni favoriscono l’eliminazione urinaria dell’acido urico e altri ne diminuiscono la sintesi (allopurinolo).

In ogni caso, dieta e farmaci richiedono la prescrizione del medico.

La correzione dello stile di vita è altrettanto importante.

In generale, la dieta adatta alle persone con iperuricemia deve essere:

  • a basso tenore di purine e di proteine;
  • a basso tenore di grassi, di zuccheri e lievemente ipocalorica, ricordando che l’aumento di peso e gli eccessi alimentari possono scatenare un attacco gottoso;
  • priva di alcolici e superalcolici;
  • povera di zucchero e fruttosio (lo zucchero della frutta);
  • ricca di acqua, specialmente oligominerale, per favorire l’eliminazione dell’acido urico con le urine.
Sei un operatore della salute?

Condividi su :
Servizi
ULTIME NOTIZIE
  • Chetogenica e gotta
    La dieta nella gotta
    La dieta chetogenica modalità di trattamento per la riacutizzazione della gotta acuta senza compromettere lo stato immunitario del corpo.