Cistiti – uretriti

Le infezioni delle vie urinarie si verificano quando i batteri, penetrando attraverso l’uretra nelle vie urinarie, proliferano e si moltiplicano.
cistiti-uretriti

Le infezioni delle vie urinarie si verificano quando i batteri, penetrando attraverso l’uretra (il condotto che trasporta l’urina dalla vescica all’esterno) nelle vie urinarie, proliferano e si moltiplicano. Si sviluppano in tutti i soggetti, senza distinzioni di sesso ed età, ma con maggiore frequenza nelle donne.  Questo tipo di infezioni interessa l’apparato urinario inferiore (uretra e vescica) e se non vengono opportunamente trattate possono però diffondersi all’apparato urinario superiore (ureteri e reni).

Si possono quindi avere:

  • infezione della vescica: detta cistite, è il tipo di infezione delle vie urinarie più comune;
  • infezione dell’uretra, nota con il nome di uretrite;
  • infezione dell’uretere, ovvero l’ureterite;
  • infezione del rene, ovvero la pielonefrite

La maggior parte delle infezioni delle vie urinarie è causata dal batterio Escherichia coli (batterio normalmente presente nell’intestino che, attraverso la cute dei genitali e dell’ano, può penetrare nell’uretra). Altri batteri che causano queste infezioni sono microrganismi quali ProteusKlebsiellaEnterobacterEnterococcus faecalisPseudomonas.

I sintomi

La sintomatologia riscontrata comprende:

  • minzione frequente (pollachiuria);
  • minzione dolorosa (stranguria);
  • sangue nell’urina (ematuria);
  • brividi e febbre;
  • nausea, vomito e dolore lombare e toracico.

La prevenzione

La prevenzione consiste in:

  • praticare un’accurata igiene intima;
  • indossare biancheria intima di cotone e pantaloni non troppo stretti;
  • praticare regolare esercizio fisico ma evitare attività come spinning o cyclette perché possono irritare la mucosa vescicale, soprattutto se già infiammata;
  • non fumare. 

L’alimentazione

I punti di una corretta alimentazione da seguire in caso di infezione delle vie urinarie sono:

  • bere molta acqua e tisane (malva, equiseto e gramigna dal potere antiinfiammatorio);
  • consumare yogurt o Kefir fresco (1 vasetto al giorno), per mantenere pulito l’intestino;
  • consumare frutta e verdura fresca;
  • consumare cereali integrali;
  • consumare pesce fresco;
  • evitare il consumo di spezie (pepe, peperoncino), salumi e insaccati, cibi conservati e inscatolati, alcolici e superalcolici, formaggi speziati e piccanti, dolci, bevande zuccherate, agrumi, salse e condimenti grassi, caffè e the.
Sei un operatore della salute?

ULTIME NOTIZIE