Acetonemia

L'acetonemia è un disturbo del metabolismo che si presenta quando i corpi chetonici sono prodotti in quantità eccessive.
acetonemia

L’acetone è un composto chimico appartenente al gruppo dei chetoni o corpi chetonici. Si tratta di sostanze normalmente prodotte dall’organismo quando gli zuccheri, il principale carburante energetico dell’organismo, scarseggiano e pertanto al loro posto vengono bruciati alcuni grassi. Questo processo, entro certi limiti, non comporta problemi. Nei neonati, ad esempio, si tratta di un normale processo fisiologico, in quanto il latte assunto con l’allattamento o in polvere ha più grassi che zuccheri.

L’acetonemia, detta anche chetonemia o acetone, è un disturbo del metabolismo che si presenta quando i corpi chetonici, in particolar modo l’acetone, sono prodotti in quantità eccessive. Si verifica quando l’organismo, in assenza di zuccheri, inizia a bruciare i grassi per produrre energia.

Sintomatologia

Il più comune sintomo di acetone, nonché l’unico nei casi più lievi, è un odore caratteristico dell’alito (alitosi) simile a quello di frutta molto matura. Tale odore è proprio conferito dall’accumulo eccessivo di acetone.

Altri sintomi possono essere:

  • mal di testa;
  • dolori addominali;
  • spossatezza;
  • inappetenza;
  • vomito, che può essere così intenso da portare a una condizione di disidratazione.

Alimentazione

L’assunzione degli zuccheri (carboidrati) con la dieta è importante, proprio per evitare la formazione di eccesso di corpi chetonici ed acetone.

È opportuno ricordare che l’acetone dei bambini è un problema che si risolve spontaneamente con l’età, ed è importante seguire, anche al di fuori del periodo di crisi, una dieta equilibrata, senza eccesso di grassi.
L’alimentazione adeguata consiste in:

  • prediligere i carboidrati complessi, come la pasta, la cui digestione libera glucosio nell’intestino;
  • ridurre fortemente i grassi, soprattutto sotto forma di fritti, intingoli, condimenti di origine animale (come burro e strutto), formaggi grassi, carni grasse, insaccati, dolci ricchi di grassi (con creme, panna, eccetera), cioccolato.
Sei un operatore della salute?

Servizi