Insufficienza epatica

L’insufficienza epatica rappresenta una grave compromissione della funzionalità del fegato.
insufficienza-epatica

L’insufficienza epatica rappresenta una grave compromissione della funzionalità del fegato che può verificarsi in presenza o assenza di patologia epatica preesistente. Può, dunque, derivare da: infezioni virali, tossicità da farmaco, abuso di alcolici, cirrosi (processo in cui il tessuto epatico sano viene sostituito da tessuto cicatriziale e di conseguenza non funzionante). Si parla di insufficienza epatica acuta quando essa si sviluppa in breve tempo, in termini di giorni o settimane; di insufficienza cronica, invece, quando emerge gradualmente (mesi o anni).

Segni e sintomi

Le persone affette da insufficienza epatica possono presentare:

  • Ittero: colorazione giallastra della cute e delle mucose causata dall’innalzamento patologico dei livelli di bilirubina nel sangue;
  • Ascite: accumulo di liquido contenente proteine nella cavità addominale;
  • Encefalopatia epatica: deterioramento della funzionalità cerebrale a causa della presenza di sostanze tossiche nel sangue che non vengono correttamente eliminate dal fegato;
  • Aumentato rischio emorragico: il deficit funzionale del fegato non gli permette di sintetizzare correttamente le proteine necessarie a favorire la coagulazione;
  • Aumentato rischio di contrarre infezioni: vi è un deterioramento del sistema immunitario;
  • Squilibri metabolici, come ipopotassiemia e ipoglicemia.

Altri sintomi generici e di esordio possono essere: affaticamento, nausea, inappetenza, astenia.

Sei un operatore della salute?

Condividi su :