Post attiniche

A seguito di terapie attiniche l’alimentazione deve essere funzionale al reintegro nutrizionale e al trattamento degli effetti indesiderati.
post-attiniche

Con l‘espressione “post attiniche” si definisce la terapia, post intervento chirurgico, basata su radiazioni ad alta energia chiamata radioterapia, utilizzata a scopo profilattico per evitare che ulteriori focolai possano ricrescere sul tessuto coinvolto. La terapia ha un’azione molto mirata e la sua durata generalmente non supera le cinque settimane.

La radioterapia può determinare degli effetti indesiderati, che possono variare da persona a persona e dalla zona irradiata. Alcuni pazienti possono avvertire degli effetti solo in maniera lieve e transitoria, altri in modo più severo e prolungato. È importante ricordare che la maggior parte degli effetti scompare alla conclusione del ciclo di trattamento.

I sintomi più comuni sono:

  • stanchezza
  • perdita dell’appetito
  • alterazioni del gusto
  • infiammazione delle mucose della bocca
  • difficoltà alla deglutizione
  • nausea e vomito
  • diarrea

Questi disturbi, benché passeggeri, possono compromettere un corretto apporto nutrizionale con lenta e progressiva perdita di peso, e ciò può aggravare lo stato patologico presente e generare momenti di ansia e umore depresso.

Alimentazione

È importante mantenere un’alimentazione varia, che includa:

  • Frutta e verdura: frutta, verdura cruda e cotta forniscono vitamine A e C e sali minerali;
  • Alimenti proteici: carne, pesce, pollame, uova forniscono proteine e vitamine B1 e B2;
  • Cereali: pane, pasta e riso forniscono carboidrati e vitamine B1 e B2 e sono fonte di energia;
  • Latticini: latte e formaggio forniscono proteine, vitamina D, calcio e fosforo.

Inoltre, alcuni pratici suggerimenti possono facilitare i pasti:

  • mangiare poco e spesso (5/6 spuntini nell’arco della giornata);
  • bere poco durante i pasti, mentre lontano dai pasti introdurre almeno 1 litro di liquidi al giorno;
  • utilizzare erbe e aromi per rendere i cibi più appetibili;
  • scegliere frutta e verdura di vari colori per assicurarsi un buon assortimento di vitamine;
  • usare il frullatore rendere i cibi facilmente deglutibili.
Sei un operatore della salute?