Cute senile

La cute viene definita senile quando compaiono segni di invecchiamento, per cause che possono essere intrinseche o estrinseche.
cute-senile

L’invecchiamento della cute (cute senile) può essere distinto in:

  • invecchiamento intrinseco(o crono-invecchiamento o invecchiamento biologico)
  • e invecchiamento estrinseco(o foto-invecchiamento, dermatoeliosi).

In realtà, una distinzione netta tra gli effetti delle due modalità di invecchiamento cutaneo non è possibile dato che le sedi foto-esposte invecchiano sia sotto la spinta del tempo sia per esposizione ai fattori ambientali. Il crono-invecchiamento è rilevabile nella sua forma pura nella parte supero-interna delle braccia e dei fianchi e a livello dei glutei (zone usualmente protette dall’azione delle radiazioni solari), il foto-invecchiamento sul resto del corpo (volto e superficie dorsale delle mani in particolare).

Nel crono-invecchiamento la cute si presenta:

  • assottigliata,
  • grinzosa,
  • xerotica,
  • ruvida,
  • ipoelastica,
  • finemente desquamante,
  • piuttosto opaca,
  • pallida,
  • di colorito uniformemente giallastro.
  • Al volto si osserva la presenza di fini rughepiuttosto superficiali.

Nel foto-invecchiamento, e in particolare a livello di volto, décolleté, superficie estensoria degli avambracci, dorso mani e collo, la cute si presenta:

  • rugosa,
  • assottigliata,
  • marcatamente ipoelastica,
  • di consistenza aumentata,
  • di colorito arancione,
  • compaiono modificazioni di colore (macchie senili, leucodermia a coriandolo, ecc.);
  • le rughe, di espressione soprattutto, si presentano particolarmente marcate e restano ben evidenti alla distensione della cute, contrariamente a quelle del crono-invecchiamento che invece tendono ad appiattirsi e rendersi poco o nulla evidenti.

Queste modificazioni sono evidenti nei soggetti cronicamente esposti ai fattori climatici (marinai, agricoltori, alpinisti, muratori, ecc.) o raggi UV artificiali (lampade abbronzanti).

Nel foto-invecchiamento si assiste a una accentuazione dei fenomeni propri del crono-invecchiamento. Nel considerare l’aspetto senescente, soprattutto del volto e delle mani, non va dimenticato come nella sua realizzazione concorrano, oltre le modifiche proprie della cute, le modificazioni degli apparati scheletrico (riassorbimento con riduzione delle capacità di sostegno), muscolare (atrofia o ipertrofia di alcuni gruppi muscolari) e del tessuto adiposo.

Alimentazione

Alimenti consigliati

  • Acqua in abbondanza, soprattutto nella stagione calda;
  • Cereali integrali, crusca, mais, riso;
  • Olio extravergine d’oliva (a crudo);
  • Latte e latticini freschi (meglio nelle versioni magre);
  • Ortaggi con vitamina C: peperoncini piccanti, peperoni, prezzemolo, rucola, broccoletti, cavolo, broccolo, spinaci, cavolfiore, fave, piselli freschi, radicchio, pomodori, indivia, patate novelle e lattuga
  • Ortaggi con vitamina A e carotenoidi: carote, pomodori e zucca;
  • Ortaggi verdi ricchi di ferro: cavolo riccio, spinaci, lattuga, funghi, asparagi, carciofi;
  • Frutta con vitamina C: kiwi, fragole, agrumi;
  • Frutta con carotenoidi: melone, albicocche, pesche, mango, papaia – o con altri antiossidanti more, mirtilli.
Sei un operatore della salute?
Condividi su :