Allattamento al seno

Il fabbisogno nutrizionale della nutrice cambia in funzione del contenuto energetico del latte materno e dell’energia necessaria alla sintesi.
allattamento

La nutrice è la donna che, dopo la gravidanza, provvede all’allattamento del proprio bambino. Il neonato ha un fabbisogno nutrizionale aumentato rispetto alle richieste del feto nell’utero e di conseguenza il fabbisogno nutrizionale materno si dovrà adattare alle nuove esigenze del bambino.

Per quanto riguarda l’intake calorico, i livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed Energia (LARN) suggeriscono un aumento di intake calorico pari a 500 kcal/die per il primo semestre di allattamento. L’aumentata necessità è dovuta al contenuto in energia del latte materno e all’energia necessaria per la sua sintesi.

È importante che la futura madre e nutrice sia seguita da uno specialista della nutrizione, dietologo, biologo nutrizionista o dietista, per assicurare che l’alimentazione sia corretta e rispetti le esigenze della madre e del feto.

Sei un operatore della salute?

Condividi su :
ULTIME NOTIZIE