Zucchero, obesità e cancro al fegato

Uno studio su i topolini
Fegato a dieta

L’overnutrition può favorire il cancro al fegato nei topi e nell’uomo che hanno danni al fegato causati da alcol, virus o agenti cancerogeni.

Tuttavia, il meccanismo che collega l’intake nutrizionale alla maggiore tumorigenesi epatica non è del tutto chiaro ovvero, la genesi tumorale è secondaria all’obesità, o nutrienti come zuccheri o grassi sono cancerogeni indipendentemente dall’obesità?

Lo studio

E’ stato condotto uno studio in topi maschi, in cui il carico tumorale al fegato è stato correlato con l’assunzione di zucchero, indipendentemente dall’assunzione di grassi alimentari e dall’obesità.

Sembra che le femmine siano meno suscettibili a sviluppare il cancro al fegato rispetto ai maschi.

Per approfondire il meccanismo alla base di questo processo, topi di sesso femminile sono stati esposti a dietilnitrosamina, sostanza cancerogena del fegato (DEN) e alimentati con diete contenenti  grassi e zucchero in quantità definite.

Topi alimentati con diete ad alto contenuto di zucchero hanno avuto maggiore incidenza del tumore al fegato, mentre l’assunzione di grassi nella dieta non è stata associata a tumorigenesi.

L’iperglicemia postprandiale e l’iperinsulinemia a digiuno indotte dalla dieta correlavano in modo significativo con l’incidenza del tumore, mentre l’incidenza del tumore non è stata associata con obesità e disturbi correlati all’obesità, tra cui steatosi epatica, intolleranza al glucosio, o elevati livelli sierici di estrogeni, ALT e lipidi.

Significato clinico

Questi risultati semplificano la fisiopatologia della tumorigenesi epatica indotta dalla dieta focalizzando l’attenzione sul ruolo del metabolismo degli zuccheri e riducendo l’enfasi sull’ambiente complesso associato all’obesità.

Poiché l’alimentazione è un fattore di rischio ambientale modificabile, questi risultati suggeriscono che la restrizione di zucchero alimentare può essere una strategia efficace e fattibile per diminuire il rischio di sviluppare il cancro primario del fegato nell’uomo.

Ulteriori dati epidemiologici e studi clinici saranno necessari per valutare la relazione tra consumo di zucchero nella dieta e incidenza di tumori del fegato in uomini e donne per determinare se evitare lo zucchero può fermare o invertire il corso della progressione del tumore al fegato.

Bigliografia :
Fonti :

mar 8 marzo 2016
VEDI ANCHE
leptina e fameCome bassi livelli di leptina, l’ormone della fame, scatenano l’appetito
Gli effetti ‘sopprimi-fame’ della leptina sarebbero mediati non da circuiti nervosi interni al cervello, ma dall’attivazione dell’asse ipotalamo-ipofi...
gio 20 giugno 2019
I liquidi influenzano la biaCol carcinoma epatico il caffè non c’entra
Il consumo di caffeina è stato da diverse parti accusato o comunque implicato nell'insorgenza di epatopatie di entità differente. Ma un recente studio...
gio 18 gennaio 2007
Parliamo di ...
  • sovrappeso-e-obesità-nell-adulto
    Sovrappeso e obesità nell’adulto
    Sovrappeso e obesità sono condizioni patologiche multifattoriali; richiedono interventi di prevenzione e trattamento precoce.
  • epatiti
    Epatiti
    Le epatiti virali sono malattie infettive del fegato causate da virus epatitici, che hanno modalità di trasmissione specifica.
  • nutrizione-e-cancro
    Nutrizione e cancro
    L’alimentazione può avere un importante ruolo nella prevenzione e nel trattamento dei tumori, rallentandone il decorso patologico.