Ossa e muscoli al sicuro

Quale esercizio fisico e quale dieta fanno meglio?
Ossa e muscoli al sicuro

Con l’invecchiamento della popolazione, aumenta la necessità di promuovere una buona salute muscolo-scheletrica durante l’intero ciclo di vita.

È noto che l’attività fisica e un’alimentazione adeguata sono fattori benefici per ossa e muscoli a tutte le età: l’attività fisica e la nutrizione durante l’infanzia e l’adolescenza contribuiscono allo sviluppo di ossa e muscoli e possono avere un’influenza diretta o agire indirettamente attraverso effetti sulla crescita lineare e sulla composizione corporea

All’estremità opposta del ciclo di vita, le misure preventive, tra cui l’ottimizzazione nutrizionale, gli integratori alimentari e il regolare esercizio fisico di resistenza, sono ampiamente raccomandati nei soggetti anziani e possono migliorare la salute muscoloscheletrica riducendo o ritardando lo sviluppo di deperimento muscolare e successiva sarcopenia.

Un particolare punto di interesse per medici e ricercatori è se possa esserci interazione tra nutrizione e attività fisica per quanto riguarda la salute muscolo-scheletrica.

Il modello alimentare per la salute muscolo-scheletrica

Un modello alimentare “prudente” durante l’età adulta è caratterizzato da un maggiore consumo di latte e yogurt magri, pane integrale e cereali per la prima colazione, frutta e verdura e un minore consumo di zuccheri, dolci, alimenti trasformati e grassi animali. Tale dieta ha dimostrato di essere associata a una migliore salute delle ossa nelle donne, ma non ha nessuna associazione negli uomini.

L’attività fisica per la prevenzione del deperimento osteo-muscolare

Per quanto riguarda l’attività fisica, il picco di massa ossea raggiunto nella giovinezza è il più forte predittore del rischio di osteoporosi in età avanzata. Il comportamento sedentario ha dimostrato di avere un impatto negativo sulla salute delle ossa, ma la frequenza delle attività osteogeniche piuttosto che il volume di attività fisica appare più importante.  L’osso corticale sembra essere più sensibile all’attività fisica rispetto all’osso spongioso nello scheletro periferico. L’allenamento con esercizi di resistenza è più efficace nell’aumentare la massa e la forza muscolare, mentre l’allenamento di resistenza è superiore per mantenere e migliorare la potenza aerobica massima.

Bigliografia : Faidra Laskou e Elaine Dennison

mar 9 luglio 2019
Condividi su :
VEDI ANCHE
cambiamenti in menopausaBIA in multifrequenza e sarcopenia
La stima della distribuzione dell'acqua corporea intra ed extracellulare predice la qualità dei muscoli e la sarcopenia.
ven 5 giugno 2020
tazza_caffèDue tazze di latte contro la sarcopenia?
Due tazze di latte al giorno e un allenamento di resistenza potrebbero essere una strategia efficace contro la perdita di massa muscolare e forza.
mar 9 novembre 2021
Parliamo di ...
  • osteoporosi
    Osteoporosi
    L'osteoporosi è una malattia dello scheletro, caratterizzata da una riduzione della densità ossea, con aumento della fragilità e del rischio fratture....
  • Integratori proteici e sport
    L'attività fisica
    L'attività fisica, che sia movimento o sport, è fondamentale a tutte le età. Muoversi fa bene!