Muscoli e tiroide

Uomini, muscoli e tiroide.

Una maggiore massa muscolare implica un aumento del rapporto tra tiroxina libera e triiodotironina libera nei soggetti con sovrappeso e obesità. Gli ormoni tiroidei controllano sia le vie metaboliche che la composizione corporea.  Si sa  meno sulla possibile influenza della massa muscolare scheletrica (MM) sul metabolismo degli ormoni tiroidei e sui loro livelli circolanti.

Uno studio trasversale condotto presso l’Unità di Salute della Popolazione dell’Istituto Nazionale di Gastroenterologia IRCCS “S. de Bellis” (Bari) ha indagato la misura in cui il MM scheletrico influisce sulla funzione tiroidea nell’obesità.

Lo studio

Duecentoventisette volontari sani consecutivi (155 donne e 72 uomini) con sovrappeso e obesità (BMI ≥ 25 kg / m2) e che non assumevano farmaci o integratori hanno partecipato allo studio. Si sono sottoposti a indagini su parametri ormonali, metabolici e di laboratorio di routine.
I parametri di composizione corporea sono stati raccolti utilizzando l’analisi dell’impedenza bioelettrica (BIA).
Il MM era direttamente correlato all’indice di massa corporea (BMI), alla circonferenza della vita (WC), ai livelli sierici di insulina, trigliceridi, acido urico e triiodotironina libera (FT3), FT3 al rapporto tiroxina libera (FT4) e resistenza all’insulina (HOMA-IR) e inversamente correlato a età, colesterolo totale e HDL.

I modelli di regressione multipla hanno confermato la relazione tra MM e il rapporto FT3 a FT4, indipendentemente da età, BMI, TSH, trigliceridi e livelli sierici di insulina. Le stesse analisi condotte per sesso hanno mostrato che questa relazione ha mantenuto un significato solo negli uomini.
L’aumento del MM scheletrico nell’obesità si traduce in una migliore attività tiroidea mediata da una maggiore conversione di T4 in T3 e da livelli circolanti di FT3 più elevati, in particolare negli uomini.

Ne deriva che preservare un maggiore MM scheletrico nell’obesità aiuta a migliorare l’attività tiroidea.

 

Bigliografia : Roberta Zupo, Fabio Castellana, Rodolfo Sardone et Al.

gio 5 novembre 2020
Condividi su :
VEDI ANCHE
clima e obesitàCambiamento climatico e obesità
Per ridurre i tassi di obesità la dieta mediterranea è quella che riduce al minimo il consumo di energia e gli sprechi.
mar 21 settembre 2021
fibra e vitamina DGrasso corporeo correlato a vitamina D e Pth
Adolescenti obesi con deficit di vitamina D ma con concentrazioni normali di ormone paratiroideo (Pth) hanno valori di massa ossea nella norma
mer 14 ottobre 2009
Parliamo di ...
  • disordini-tiroide
    Disordini della tiroide
    I disordini della tiroide sono patologie che comportano alterazioni di funzioni importanti dell’organismo governate dalla ghiandola stessa.
  • La composizione corporea
    La composizione corporea
    La composizione corporea è correlata allo stato nutrizionale e la sua valutazione è necessaria per progettare interventi dietetici efficaci.
  • disordini-endocrini-e-metabolici
    Disordini endocrini e metabolici
    I disordini endocrini riguardano le ghiandole che secernono ormoni; questi disturbi si accompagnano a disordini del metabolismo dei nutrienti.