Chetogenica attenua astinenza da alcol

Meno glucosio per meno alcol
chetogenica contro astinenza

Gli individui con disturbo da uso di alcol (AUD) mostrano un elevato metabolismo cerebrale dell’acetato a scapito del glucosio. Cambiare i substrati energetici durante l’astinenza potrebbe contribuire alla gravità dell’astinenza e alla neurotossicità nell’AUD? Una dieta chetogenica (KD), in particolare, potrebbe mitigare questi effetti?

Lo studio

Un gruppo di ricercatori statunitensi ha scoperto che i pazienti ricoverati con AUD randomizzati a ricevere KD (n = 19) richiedevano meno benzodiazepine durante la prima settimana di disintossicazione, rispetto a quelli che ricevevano una dieta americana standard (SA) (n = 14).

Nel corso di un trattamento di 3 settimane, KD rispetto a SA ha mostrato una minore “voglia” e una maggiore reattività della corteccia cingolata anteriore dorsale (dACC) agli stimoli alcolici e una bioenergetica dACC alterata (cioè elevati chetoni e glutammato e marcatori neuroinfiammatori inferiori).

Inoltre, in un modello animale (ratto) di dipendenza da alcol, una dieta chetogenica ha ridotto il consumo di alcol.

Significato clinico

Questo studio fornisce prove cliniche e precliniche in merito agli effetti benefici della KD sulla gestione dell’astinenza da alcol e sulla riduzione del consumo di alcol.

Le implicazioni cliniche sono forti in quanto si prospetta un potenziale nuovo trattamento per AUD basato sulla dieta. Sebbene non tutti i pazienti con AUD siano stati in grado di rispettare il protocollo di una dieta prevalentemente liquida, è possibile che l’uso di integratori chetogenici o una dieta meno rigorosa (p. Es., Rapporto 3: 1 piuttosto che 4: 1 di KD e / o di una dieta solida al 100%) potrebbe rendere più facile la compliance.

Tradurre questo protocollo in clinica ambulatoriale lo renderà  più accessibile come opzione di un trattamento che non richiede il ricovero in ospedale.

Inoltre, i promettenti risultati ottenuti dal modello preclinico di dipendenza da alcol, che ha dimostrato la riduzione dell’assunzione di alcol da 6 a 7 settimane dopo la fine del KD, suggeriscono la possibilità che il KD possa avere effetti benefici di lunga durata.

Bigliografia : Corinde E Wiers, Leandro F Vendruscolo, Jan-Willem van der Veen et al.

mar 20 aprile 2021
Condividi su :
VEDI ANCHE
Alcol con moderazione protegge le ossa dopo la menopausa
Un consumo responsabile e moderato di alcol sembra esercitare un effetto protettivo sull’osso nelle donne anziane.
mer 1 agosto 2012
dipendenze-alcolAlcol e deficit nutrizionali: quanto è serio il rischio?
L’eccessivo consumo di alcol può determinare insufficienze nutrizionali e modificare il metabolismo di numerosi nutrienti.
mer 1 agosto 2012
Parliamo di ...
  • Etanolo
    Etanolo
    L’etanolo è una sostanza contenuta principalmente nelle bevande alcoliche; non è un nutriente e ed è fattore di rischio per molte patologie.
  • Le-dipendenze
    Le dipendenze
    Le dipendenze sono disturbi caratterizzati dal forte desiderio e dall’incapacità di controllo si utilizzo di sostanze; il desiderio è tale da dare ast...
  • Alcolismo
    Alcolismo
    L’alcolismo è un disturbo caratterizzato dalla dipendenza dall’alcol; l’alcol può causare danni a livello di tutti i principali organi ed apparati....
  • disturbi-comportamento-alimentare
    I Disordini del Comportamento Alimentare
    I Disordini del Comportamento Alimentare sono caratterizzati da continue variazioni di peso e da forti preoccupazioni per il cibo, il peso e la forma ...