Sindrome di Down e alimentazione

Un’analisi italiana
sindrome_down

Il 21 marzo si è svolta la giornata mondiale della Sindrome di Down, finalizzata a potenziare l’inclusione nelle attività quotidiane dei ragazzi che ne sono affetti.

I ragazzi con sindrome di Down (DS) hanno problemi nutrizionali oltre a un aumentato rischio di obesità. Le loro abitudini alimentari sono sconosciute.

Lo studio

I ricercatori hanno interagito con 34 bambini DS (22 maschi, 12 femmine, 2-16 anni) e le loro famiglie. Hanno registrato e analizzato le abitudini alimentari, le condizioni mediche e le cure, i gradi di sviluppo e di attività fisica, i dati antropometrici e di laboratorio nell’arco di 6 mesi.

I ragazzi hanno compilato un diario alimentare di 3 giorni e un questionario sulla frequenza degli alimenti recall delle 24 ore.

L’85% dei ragazzi ha completato i pasti, solo 11 di loro hanno ricevuto alimenti alternativi come il latte. Lo svezzamento è iniziato regolarmente in 25 (73%) bambini.

I bambini in età prescolare hanno introdotto calorie e sostanze nutritive adeguate.

I bambini in età scolare e gli adolescenti non hanno raggiunto le raccomandazioni. Tutte le fasce d’età, come la popolazione pediatrica generale, assumevano proteine e grassi saturi in eccesso e prediligevano pane, pasta, succhi di frutta, carne e salumi.

In particolare, i legumi e il pesce sono stati adeguatamente assunti rispettivamente dai bambini in età prescolare e in età scolare.

Cinque bambini (15%) erano in sovrappeso/obesi.

Significato clinico

In questo gruppo di ragazzi con sindrome di Down sono presenti gli eccessi alimentari comunemente riscontrati nella popolazione pediatrica generale. Il gruppo DS ha ottenuto risultati nutrizionali migliori nei primi anni e l’incidenza di sovrappeso/obesità sembra contenuta.

I bambini DS possono beneficiare di un programma di assistenza pratico ma professionale in cui l’educazione alimentare può migliorare la loro crescita, sviluppo e transizione verso l’età adulta. Proprio come tutti i ragazzi.

Bigliografia : Giulia Roccatello, Guido Cocchi, Rosa Tullia Dimastromatteo et al

mar 22 marzo 2022
Condividi su :
VEDI ANCHE
piccoli obesi da crescere beneObesi da bimbi, la metà di loro lo sarà da adulto
Educare a una corretta alimentazione fin dall'infanzia permette di prevenire l'obesità infantile e in età adulta.
mar 7 luglio 2020
Bia multifrequenzaObesità infantile: inutili misurazioni cutanee
Le misurazioni cutanee costituiscono un cattivo fattore predittivo del grasso addominale e totale in bambini ed adolescenti obesi.
mer 5 aprile 2006
Parliamo di ...
  • sindrome-di-down
    Sindrome di Down
    La Sindrome di Down è un’anomalia cromosomica che comporta un ritardo nelle capacità cognitive e nello sviluppo fisico.
  • l-anamnesi-alimentare
    L'anamnesi alimentare
    L’anamnesi alimentare analizza i consumi abituali del paziente, attraverso il diario alimentare o il recall dei consumi nelle ultime 24-48 ore.
  • sovrappeso-in-pediatria
    Sovrappeso in pediatria
    Sovrappeso e obesità in età pediatrica sono determinati da uno stile di vita sedentario e scarsa educazione alimentare, insieme a fattori genetici e a...