Multivitaminici, spesso poco utili

Non difendono da cancro e malattie cardiovascolari
Multivitaminici, spesso poco utili

L’evidenza scientifica attuale è insufficiente per determinare i benefici e i danni dell’assunzione di più integratori vitaminici, minerali e multivitaminici per prevenire le malattie cardiache, l’ictus e il cancro.
E’ quanto raccomanda la Task Force del Servizio di prevenzione americano, un gruppo di esperti in prevenzione e EBM (evidence Based Medicine) che, approfondendo volontariamente si impegna ad incrementare la salute della popolazione.

Vitamine e minerali

Vitamine e minerali sono due dei principali tipi di nutrienti che l’organismo necessita per rimanere in salute.
Molte persone ottengono la maggior parte dei nutrienti di cui hanno bisogno attraverso una dieta equilibrata. Tuttavia negli ultimi anni si è sviluppato il mercato degli integratori, ora acquistabili anche al supermercato, oltre che nelle parafarmacie e farmacie, facendo salire l’Italia al primo posto in quanto a consumo di supplementi (per lo più multivitaminici).

Le persone spesso assumono vitamine e integratori minerali con l’obiettivo di migliorare o mantenere la salute generale.

Integratori contro cancro e malattie CDV

Purtroppo, sulla base delle prove esistenti, la Task Force non può raccomandare a favore o contro l’uso della maggior parte delle vitamine e minerali.
Gli operatori sanitari dovrebbero parlare con i loro pazienti del loro rischio e discutere altri metodi comprovati ed efficaci per prevenire le malattie cardiovascolari e il cancro, compresa una dieta sana, esercizio fisico e non fumare.

Sebbene le prove non siano chiare sull’assunzione della maggior parte degli integratori vitaminici e minerali per prevenire le malattie cardiache, ictus e cancro, ci sono prove che l’assunzione di vitamina E o beta-carotene non riduca il rischio di questi malattie. La Task Force ha scoperto che non vi è alcun beneficio nell’assunzione di vitamina E e che addirittura vi sono danni associati all’assunzione di beta-carotene per questo scopo, infatti aumenta il rischio di cancro ai polmoni nelle persone già a rischio.

Questa raccomandazione si applica agli adulti sani che non hanno una carenza nutrizionale nota o sospetta o bisogni nutrizionali speciali. Non si applica alle persone che sono o potrebbero rimanere incinte. La Task Force precisa che tutte le persone che stanno pianificando o sono in grado di rimanere incinta dovrebbero assumere acido folico.

Significato clinico

No all’abuso di integratori, soprattutto le vitamine liposolubili (A, D, E, K che rischiano di accumularsi nell’organismo). Per le altre sostanze, meglio verificare che ci sia carenza, prima di prescriverle.

Bigliografia : USPFTS Bulletin 21 giugno 2022

mar 25 ottobre 2022
Condividi su :
VEDI ANCHE
Integratori, attenzione in bambini e adolescentiIntegratori, attenzione in bambini e adolescenti
Sono stati segnalati 977 eventi avversi per singolo supplemento che hanno interessato individui di età compresa tra 0 e 25 anni. Di questi, circa il 4...
mar 18 giugno 2019
cheto_peso_sicuraCalcio e fosforo assunzione sinergica
Un'elevata assunzione di fosforo (P) non avrebbe alcun effetto negativo sul metabolismo osseo nelle popolazioni con un adeguato apporto di (Ca).
lun 20 aprile 2015
Parliamo di ...
  • Integratori alimentari
    Gli integratori alimentari
    Gli integratori alimentari sono una fonte concentrata di nutrienti; integrano la comune dieta per prevenire o trattare carenze e patologie.
  • terapia-integratori-alimentari
    Terapia con integratori alimentari
    La terapia integrata con supplementi alimentari e alimenti funzionali è sempre più comune, al fine di prevenire carenze nutrizionali e patologie.
  • La nutraceutica
    La nutraceutica
    I nutraceutici sono alimenti o parte di alimenti che forniscono benefici alla salute, inclusa la prevenzione e il trattamento delle malattie.