La nutrizione post-Covid

Riabilitazione dei pazienti guariti
La nutrizione post-Covid

La combinazione tra scarso apporto dietetico e aumento delle esigenze sanitarie predispone i pazienti affetti da COVID-19 alla malnutrizione e alla sarcopenia.

La revisione narrativa

L’epidemiologia e l’eziologia della malnutrizione e della sarcopenia nei pazienti COVID-19 ha un ruolo importante nella pandemia sia per le conseguenze, sia per il contenuto e la modalità di erogazione di servizi nutrizionali ottimali per i pazienti malnutriti/sarcopenici COVID-19 in ambito riabilitativo.

I pazienti COVID-19 sono soggetti a malnutrizione e sarcopenia a causa della inattività, delle comorbidità, della risposta alle citochine, delle carenze nutrizionali, anosmia, perdita del gusto, anoressia e trattamento farmacologico.

Pertanto, tutti i pazienti COVID-19, compresi coloro che sono in sovrappeso o obesi, dovrebbero essere regolarmente sottoposti a screening per malnutrizione e sarcopenia al momento del ricovero in ambito riabilitativo, utilizzando uno strumento validato per identificare coloro con (o a rischio di) malnutrizione.

Come conseguenza della malnutrizione e della sarcopenia, i pazienti con COVID-19 mostrano un potenziale immunitario ridotto, una funzione respiratoria inferiore, disfunzioni della deglutizione e una bassa resilienza allo stress metabolico.

I pazienti COVID-19 hanno aumentato il fabbisogno energetico (27-30 kcal/giorno) e proteico (1-1,5 g/kg di peso corporeo/giorno).

Raccomandazioni

Si raccomanda l’educazione e la consulenza nutrizionale personalizzata, l’arricchimento alimentare con cibi integrali densi di energia e/o ricchi di proteine o con integratori in polvere e l’uso di integratori alimentari orali ad alto contenuto proteico e densi di energia.

Qui il sommario delle raccomandazioni ufficiali


Bigliografia : Amalia Tsagari, Grigoris Risvas, Jannis V Papathanasiou, Yannis Dionyssiotis 

mar 5 luglio 2022
Condividi su :
VEDI ANCHE
Acido arachidonico contro il covidArachidonico contro Covid?
Una proposta da considerare
gio 1 ottobre 2020
Parliamo di ...