La BIA negli over 60

Analisi del bias e fattori di correzione
La BIA negli over 60

Il muscolo scheletrico svolge un’ampia gamma di funzioni meccaniche, strutturali e metaboliche.
Aumenta dall’infanzia e rimane costante tra i 18 ei 40 anni. A partire dai 45 anni la massa muscolare scheletrica si perde progressivamente.
La perdita del muscolo scheletrico è associata a malnutrizione, sarcopenia, perdita di funzionalità e altri effetti avversi negli anziani.
Pertanto, dovrebbe essere una priorità valutare questa componente della composizione corporea in questa fascia di età.

Esistono diverse equazioni basate sull’analisi dell’impedenza bioelettrica (BIA) per stimare con alta precisione la massa muscolare scheletrica appendicolare (ASMM). Tuttavia, la maggior parte degli studi di convalida esterni hanno riportato che queste equazioni sono imprecise o distorte se applicate a popolazioni diverse.

Lo studio

Questa analisi ha incluso 547 soggetti non istituzionalizzati di età superiore ai 60 anni del nord-ovest del Messico che erano fisicamente indipendenti e senza deterioramento cognitivo: la composizione corporea di 192 soggetti è stata misurata con DXA Hologic, mentre in 355 soggetti è stata misurata con DXA Lunar.
La concordanza tra ciascuna delle equazioni BIA e la DXA è stata verificata considerando il modello DXA come metodo di riferimento per la progettazione di ciascuna equazione.
Questo processo è stato supportato dalle differenze riportate in letteratura e confermato in un sottocampione di 70 soggetti misurati con entrambi i modelli. Sono state incluse solo sei equazioni BIA pubblicate.

I risultati hanno dimostrato che quattro equazioni sovrastimavano ASMM DXA e due lo sottostimavano (p< 0,001, IC 95% per l’equazione di Kim: −5,86-−5,45, Toselli: −0,51-−0,15, Kyle: 1,43–1,84, Rangel-Peniche: 0,32–0,74, Sergi: 0,83–1,23 e Yoshida: 4,16–4,63 kg). Tuttavia, le equazioni di Toselli, Kyle e Rangel-Peniche erano le uniche che avevano una distorsione omogenea.

Questo risultato ha permesso la derivazione di fattori di correzione CF, che consisteva nel sottrarre o aggiungere la media delle differenze dall’equazione originale.

Dopo aver stimato l’ASMM applicando il rispettivo CF, le nuove stime dell’ASM non hanno mostrato distorsioni significative e la sua distribuzione è rimasta omogenea.

Significato clinico

L’aggiunta di fattori di correzione validi ad alcune equazioni BIA ha consentito di ridurre la distorsione di alcune equazioni, rendendole valide per stimare i valori medi di ASMM a livello di gruppo.

Bigliografia : María Cáñez-Ríos, Julián Esparza-Romero, Rogelio González-Arellanes et al.

mar 4 ottobre 2022
Condividi su :
VEDI ANCHE
cambiamenti in menopausaBIA in multifrequenza e sarcopenia
La stima della distribuzione dell'acqua corporea intra ed extracellulare predice la qualità dei muscoli e la sarcopenia.
ven 5 giugno 2020
Bia_forza_muscolareBIA e forza muscolare
Le variabili di analisi dell'impedenza bioelettrica grezza sono predittori significativi della forza di presa della mano.
mar 19 ottobre 2021
Parliamo di ...