Integrazione proteica, benefici evidenti

Una revisione sistematica e meta-analisi
proteine e microbiota

Sono tanti gli studi in letteratura che dimostrano i possibili benefici dell’integrazione con proteine ​​del siero del latte nel promuovere la perdita di peso. Tuttavia, la maggior parte degli studi non ha potenza sufficiente per mostrare effetti benefici sulla composizione corporea e sui fattori di rischio di malattia cardiovascolare (CVD). Una recente metanalisi  pubblicata sul JACN ha valutato gli effetti delle proteine ​​del siero in individui in sovrappeso e obesi.

I ricercatori hanno selezionato gli studi randomizzati controllati (RCT) che confrontavano gli effetti dell’integrazione con le proteine ​​del siero con placebo o con controlli in soggetti in sovrappeso o obesi. L’outcome primario era rappresentato dalle differenze nel cambiamento della composizione corporea (peso corporeo, circonferenza della vita, massa grassa totale, massa magra del corpo). Hanno poi esaminato i cambiamenti nei fattori di rischio CVD come risultati secondari.

Nella meta-analisi sono stati inclusi nove studi randomizzati.

C’è stata una significativa riduzione del peso corporeo (MD = 0,56, IC 95%: 0,30-0,81), massa magra (MD = 0,77, IC 95%: 0,59-0,96) e massa grassa (MD = 1,12, IC 95%: 0.77-1.47) a favore del gruppo che consumava le proteine ​​del siero di latte. Sono stati apportati miglioramenti a molteplici fattori di rischio CVD, tra cui i livelli di pressione arteriosa sistolica e diastolica, la glicemia, le lipoproteine ​​ad alta densità e il colesterolo totale (tutti i valori p <0,05).

L’evidenza quindi è che l’integrazione con le proteine ​​del siero del latte sembra migliorare il peso corporeo, la massa grassa totale e alcuni fattori di rischio CVD nei pazienti obesi e in sovrappeso. I ricercatori suggeriscono ulteriori studi riguardanti il ​​dosaggio ottimale e la durata dell’integrazione per valutare potenziali effetti favorevoli in soggetti in sovrappeso o obesi.

 

Dietosystem®, divisione nutrizionale di DS Medica, La informa che è in linea il nuovo aggiornamento della piattaforma web DIETA COMBINATA® con due importanti novità:
1. Il protocollo passa da 3 a 5 fasi
Il nostro progetto di dieta chetogenica si evolve alla luce della valutazione clinica effettuata su 500 pazienti trattati con la dieta chetogenica.
Il protocollo passa da 3 a 5 fasi, aggiungendo due fasi di transizione finalizzate al progressivo consolidamento del calo ponderale e al miglior mantenimento della massa magra. Il protocollo DIETA COMBINATA®, dopo la fase d’attacco prevede una più controllata reintroduzione dei carboidrati, questo consentirà, per leggeri problemi di sovrappeso, di procedere come di consueto nel trattamento in tre fasi mentre, per sovrappeso importante e obesità, di gestire in un più ampio lasso di tempo il raggiungimento dell’obiettivo ponderale.

2. La nuova linea di alimenti PROTEOFOOD
Da oggi il sistema dietetico si arricchisce di una nuova linea di prodotti VLC (Very Low Carb), come sempre di esclusiva prescrizione del Nutrizionista. La linea di alimenti PROTEOFOOD unitamente alla linea di integratori alimentari e alla personalizzazione dietetica, garantisce, sin dalle fasi più restrittive del protocollo DIETA COMBINATA®, un riequilibrio metabolico nutrizionale con una maggiore compliance del paziente.
Grazie alla formulazione nutrizionale ad elevato contenuto proteico e bassissimo apporto glucidico, la linea PROTEOFOOD offre una gamma di alimenti dolci e salati, da integrare nel protocollo DIETA COMBINATA®, garantendo il corretto equilibrio nutrizionale nell’ambito della dieta chetogenica.
L’utilizzo degli alimenti PROTEOFOOD è discrezionale per il Nutrizionista ma soddisfa una necessità del paziente che richiede il consumo di alimenti dolci e salati ai pasti principali o nella prima colazione.Gli alimenti della linea PROTEOFOOD garantiscono nelle diverse fasi del dimagrimento una completa riabilitazione del metabolismo al corretto utilizzo dei carboidrati.

 

Bigliografia : Wirunsawanya K, Upala S, Jaruvongvanich V, Sanguankeo A

mar 20 febbraio 2018
VEDI ANCHE
Integratori nella chetogenicaIntegrazione proteica anche VEG
La soluzione veg esiste e funziona!
mar 9 aprile 2019
sugar freeA parità di peso perso, migliore salute metabolica con dieta low-carb
A parità di perdita di peso, le diete a basso contenuto di carboidrati comportano una riduzione delle dimensioni delle cellule adipose rispetto ai reg...
mer 18 dicembre 2019
Parliamo di ...
  • la-composizione-corporea
    La composizione corporea
    La composizione corporea è correlata allo stato nutrizionale e la sua valutazione è necessaria per progettare interventi dietetici efficaci.
  • prevenzione-cardiovascolare-800x461
    Prevenzione cardiovascolare
    Esistono diversi fattori di rischio cardiovascolari; è quindi possibile intervenire su quelli modificabili per prevenire l’insorgenza di malattia.