Edema con la BIA multifrequenza

In pazienti con insufficienza cardiaca la BIA misura l’acqua extracellulare
L’insufficienza cardiaca acuta scompensata è una sindrome clinica complessa, definita come l'incapacità del cuore di fornire il sangue in quantità adeguata rispetto all'effettiva richiesta dell'organismo o la capacità di soddisfare tale richiesta solamente a pressioni di riempimento ventricolari superiori alla norma.

Generalmente è considerata come un problema di sovraccarico di volume di liquidi, quindi quantificare con precisione il grado di accumulo di liquidi è di importanza essenziale anche nel determinare se si è raggiunta una decongestione adeguata.

Lo scopo di questo studio è stato quello di sviluppare e validare un metodo per quantificare il grado di accumulo di liquidi nei pazienti scompensati.

Il metodo usato è stata l'analisi di impedenza bioelettrica multifrequenza (BIA) che permette la misurazione del volume di acqua extracellulare (ECW) in 130 pazienti al momento del ricovero e alla dimissione.

Il volume di ECW ottimale è stato fissato usando equazioni originali basati sui dati provenienti da 60 soggetti di controllo senza  segni di insufficienza cardiaca.

Il rapporto tra ECW Misurato / Predetto in pazienti con scompenso cardiaco acuto è diminuito durante il ricovero da 1,26 ± 0.25 a 1.04 ± 0.17 (P <0.001).

La quantità di riduzione del volume di ECW era significativamente correlata con la riduzione del peso corporeo (r = 0,766, p <0.001). All'analisi multivariata, il rapporto più alto M / P di ECW alla dimissione era associato ad un aumentato rischio di riammissione per scompenso cardiaco acuto o di morte cardiaca entro 6 mesi dopo la dimissione.

La BIA multifrequenza attraverso la valutazione del volume extracellulare di acqua offre informazioni preziose per analizzare la fisiopatologia dell’insufficienza cardiaca acuta e può essere una guida utile nel trattamento di questa malattia.
 

Autori: Sakaguchi T, Yasumura K, Nishida H, Inoue H, Furukawa T, Shinouchi K, Miura H, Miyazaki K, Hamano G, Koide M, Abe H, Date M, Hirooka K, Koretsune Y,Kusuoka H, Yasumura Y.
Fonte: Circ J. 2015 Oct 16.
Link della fonte: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26477274

Bigliografia :

Fonti :

mar 27 ottobre 2015
VEDI ANCHE
Parliamo di …