Eccesso di peso ed obesità connessi a peggiore funzionalità cognitiva

Uno strumento di prevenzione
depressione_alzheimer

Gli adulti di mezza età con un elevato BMI presentano una peggiore funzionalità cognitiva rispetto alle loro controparti più leggere.

Lo studio

I dati del presente studio potrebbero essere dovuti a moltissimi fattori, fra cui l’ispessimento ed indurimento dei vasi cerebrali dovuto all’obesità, o probabilmente allo sviluppo di insulinoresistenza.

E’ stato anche riscontrato un lieve miglioramento nei test cognitivi con il tempo, che può essere dovuto al grado lieve di decadenza della funzionalità cognitiva in pazienti relativamente giovani come quelli compresi nel campione, unitamente ad una migliore conoscenza dei test sviluppata con il tempo.

Significato clinico

Sia la prevalenza della demenza che quella dell’obesità sono in aumento, e la connessione fra BMI e funzionalità cognitiva potrebbe servire come strumento per la prevenzione della demenza tramite la gestione dell’obesità negli adulti di mezza età.

 

Bigliografia :
Fonti :

gio 12 ottobre 2006
VEDI ANCHE
Alzheimer: trovata un’associazione tra glucosio nel cervello e placche amiloidi
Importante scoperta grazie allo studio sostenuto dall’Istituto Nazionale per l’invecchiamento (NIA), parte degli Istituti Nazionali per la Salute e pu...
mar 28 novembre 2017
Microbiota e AlzheimerMicrobiota e Alzheimer
L’infiammazione che accelera il processo della malattia di Alzheimer è mediata dal microbiota con effetti regolatori diretti e indiretti.
mar 16 marzo 2021
Parliamo di ...
  • patologie-neurologiche
    Patologie neurologiche
    Le malattie neurodegenerative rappresentano quell’insieme di malattie che portano a una progressiva perdita di capacità cerebrali.
  • alzheimer
    Alzheimer
    La malattia di Alzheimer è una patologia neurodegenerativa che determina una graduale perdita delle funzioni cognitive.