Dieta antiossidante giova alla sclerosi multipla

Un adeguato apporto dietetico di antiossidanti potrebbe costituire uno dei più importanti fattori ambientali per la prevenzione della sclerosi multipla (SM).

In proposito sono stati studiati 101 pazienti con SM recidivante-remittente (età 18-58 anni) paragonati a un gruppo di controllo di 63 soggetti sani (età 19-65 anni). In sintesi si è evidenziato che la concentrazione sierica di Selenio e l’attività della GSH-Px nel siero dei pazienti con sclerosi multipla erano significativamente diminuite rispetto al gruppo di controllo.

Una correlazione diretta significativa è stata osservata tra la concentrazione di selenio e l’attività GSH-Px nel siero di pazienti esaminati. Un maggior consumo di pollame, prodotti da forno, legumi e pesce sembrava aumentare la concentrazione sierica di Selenio nel gruppo dei pazienti, considerando che un consumo frequente di di burro, pane integrale, bevande dolci e zucchero si associava con valori più bassi di selenio nel siero.

Inoltre, complessivamente, lo stato antiossidante del siero dei pazienti con SM era decisamente inferiore al confronto con i controlli. Pertanto gli autori ritengono che un’alimentazione più ricca di antiossidanti possa condizionare lo stato antiossidante del siero dei pazienti con SM migliorando l’andamento della malattia, specie nella forma remittente-recidivante.

Fonte:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24943732
Nutr J. 2014 Jun 18;13(1):62. [Epub ahead of print]
Dietary habits and selenium, glutathione peroxidase and total antioxidant status in the serum of patients with relapsing-remitting multiple sclerosis.

Bigliografia :

Fonti :

mar 24 giugno 2014
VEDI ANCHE
Parliamo di …