Treonina e triptofano: meglio assumerne pochi?

Studi del Monash Biomedicine Discovery Institute
Abbasso treonina e triptofano

L’equilibrio degli aminoacidi alimentari è fondamentale per il controllo dell’appetito, della salute e dell’invecchiamento!.

Gli studi del Monash Biomedicine Discovery Institute (BDI) hanno fornito una nuova comprensione dei ruoli che svolgono due aminoacidi essenziali nella salute metabolica e nella lotta contro l’obesità.

La recente scoperta, pubblicata su Nature Communications, dimostra che riducendo la quantità di due aminoacidi – treonina e triptofano – in giovani topi sani, questi sono stati in grado di bruciare più calorie di quelle che hanno consumato.

Sorprendentemente, questo evento si verificava senza riduzione di intake calorico, mantenendo gli animali da esperimento magri e sani, senza l’effetto collaterale della perdita di massa muscolare.

Inoltre, una dieta a basso contenuto di treonina proteggeva i topi che erano patologicamente obesi e inclini a sviluppare il diabete di tipo 2.

Mentre una moderata riduzione delle proteine ​​alimentari e quindi degli aminoacidi essenziali può migliorare la vitalità, le diete prive di questo componente possono far ammalare le persone molto rapidamente e non sono raccomandate. Tuttavia, questo studio ha dimostrato che un riesame delle funzioni di questi due aminoacidi nella nutrizione merita ulteriori esplorazioni.

Lo studio

Un punto saliente dello studio è stato un esperimento in cui gli scienziati hanno manipolato geneticamente i topi per essere in grado di sintetizzare l’aminoacido essenziale treonina. La sovrapproduzione di treonina ha bloccato gli effetti di promozione della salute della dieta a basso contenuto di treonina e i topolini sono ingrassati, dimostrando che gli aminoacidi possono essere la chiave per un nuovo approccio dietetico.

Il gruppo di ricercatori australiani, imitando l’assunzione di aminoacidi (AA) da una dieta a base di caseina, ha dimostrato che la restrizione di AA essenziali (EAA) dietetica, ma non di aminoacidi non essenziali, guida la risposta metabolica sistemica alla deprivazione totale di AA. Questo avveniva indipendente dall’apporto dietetico di carboidrati.

Inoltre, la privazione sistemica di treonina e triptofano, indipendentemente dall’assunzione totale di AA, è sia adeguata che necessaria per conferire la risposta metabolica sistemica alla dieta e la perdita genetica di trasporto di AA, guidata dalla restrizione di AA.

La restrizione dietetica di treonina (DTR) ritarda lo sviluppo della disfunzione metabolica associata all’obesità.

Il fattore 21 di crescita dei fibroblasti derivati ​​dal fegato è necessario per il rimodellamento metabolico con DTR.

In particolare, è probabile che questi effetti siano mediati dal segnale del sistema nervoso centrale, per stimolare l’assorbimento / ossidazione dei nutrienti nel tessuto adiposo e nel cuore.

Ancora una volta, è il fegato il principale sito anatomico che “rileva” la restrizione proteica / AA della dieta, cosa logica data la sua posizione anatomica prossimale all’assorbimento dei nutrienti.

Bigliografia : Yann W Yap, Patricia M Rusu, Andrea Y Chan, Barbara C Fame et Al.

mar 30 giugno 2020
Condividi su :
VEDI ANCHE
Meno carboidrati per cuori fortiMeno carboidrati per cuori forti
La dieta chetogenica a basso contenuto di carboidrati attenua lo sviluppo e la progressione dell'ipertrofia cardiaca e dell'insufficienza cardiaca.
mer 28 ottobre 2020
Triptofano e rischio CV
La molecola della felicità
mer 8 marzo 2017
Parliamo di ...
  • Proteine
    Proteine
    Le proteine sono composte da aminoacidi; la qualità proteica dipende dalla digeribilità e dalla presenza di aminoacidi essenziali, non sintetizzabili....
  • L'alimentazione e la nutrizione
    L’alimentazione e la nutrizione
    Alimentazione e nutrizione sono concetti complementari; hanno lo scopo di mantenere lo stato di salute, svolgendo un ruolo di prevenzione.
  • Fabbisogni in caso di sovrappeso e obesità nell'adulto
    Sovrappeso e obesità nell’adulto
    Sovrappeso e obesità sono condizioni patologiche multifattoriali; richiedono interventi di prevenzione e trattamento precoce.