Sani di mente

Il cervello merita la dieta migliore
Il Parkinson ha origine dall’intestino

Dallo Studio di Rotterdam, basato sulla popolazione, 4.447 partecipanti sono stati sottoposti a anamnesi alimentare e risonanza magnetica cerebrale tra il 2005 e il 2015 per indagare la relazione della qualità della dieta con i volumi strutturali del tessuto cerebrale e le lesioni vascolari focali in una popolazione priva di demenza.
È stato calcolato un punteggio di qualità della dieta (0-14) che riflette l’aderenza alle linee guida dietetiche olandesi. La RM cerebrale è stata eseguita per ottenere informazioni sui volumi di tessuto cerebrale, volume di lesione della sostanza bianca, lacune e microbolle cerebrali.

I ricercatori olandesi hanno riscontrato che una migliore qualità della dieta era correlata al volume maggiore del cervello, al volume della sostanza grigia, al volume della sostanza bianca e al volume dell’ippocampo.
La qualità della dieta non era associata a volume della lesione della sostanza bianca, lacune o microbolle.
L’elevato apporto di verdura, frutta, cereali integrali, noci, latticini e pesce e un basso consumo di bevande contenenti zucchero erano associati a maggiori volumi di cervello.

Quindi, per concludere, una migliore qualità della dieta è associata a maggiori volumi di tessuto cerebrale.
Questi risultati suggeriscono che l’effetto della nutrizione sulla neurodegenerazione può agire attraverso la struttura del cervello.
 

Dietosystem, da sempre a fianco dei nutrizionisti italiani, vi propone la Suite Nutrizionale, il software che fa da cassetta degli attrezzi per il professionista della nutrizione.
La Suite coniuga l’analisi alimentare, l’analisi della composizione corporea e la plicometria per arrivare al trattamento dietetico super personalizzato.

Bigliografia : Croll PH, Voortman T, Ikram MA, Franco OH, Schoufour JD, Bos D, Vernooij MW.

mar 22 maggio 2018
VEDI ANCHE

Obesità sarcopenica, combatterla si puòDieta migliora l’attività cerebrale

La connettività funzionale tra le strutture cerebrali nella fisiopatologia dell’obesità può essere modificata dalla perdita di peso
mar 22 maggio 2018
Parkinson: stile di vita sano, qualità della vita miglioreE’ solo colpa dell’ipotalamo?

L’obesità sembra associata ad un danno a livello ipotalamico sul controllo dell’appetito
gio 19 gennaio 2012

Parliamo di …
  • patologie-neurologiche
    Patologie neurologiche

    Le malattie neurodegenerative rappresentano quell’insieme di malattie che portano a una progressiva perdita di capacità cerebrali.
  • l-anamnesi-alimentare
    L’anamnesi alimentare

    L’anamnesi alimentare analizza i consumi alimentari abituali del paziente, attraverso il diario alimentare o il recall delle 24-48 ore.