Nei diabetici obesi meglio la dieta proteica

Rapporto proteine/grassi abbassa TG
La dieta che elimina il diabete

Gli effetti delle proteine alimentari sui fattori di rischio di malattia cardiovascolare nei soggetti diabetici sono sempre argomento di dibattito. Non è chiaro se gli effetti osservati sono dovuti alle proteine ingerite o al ridotto contenuto di carboidrati della dieta.

Lo studio

Lo scopo di questo studio era di confrontare gli effetti di due diete differenti per contenuto di proteine e grasso sui fattori di rischio cardiovascolare della malattia diabetica.

17 obesi (indice di massa corporea (BMI) compreso 31-45 kg/m2) con diabete di tipo 2 (DM2), di età compresa tra 46 ± 3 anni, hanno consumato due diete, ciascuno per 4 settimane, con 3 settimane di washout in cieco e crossover. Le diete erano: (1) un alto contenuto di proteine dieta povera di grassi (HP-LF, con 30% proteine, 50% carboidrati e 20% grasso) e (2) un basso contenuto di proteine dieta ricca di grassi (LP-HF, con 15% proteine, 50% carboidrati e 35% grassi).

Sono stati analizzati gli effetti sul controllo glicemico a digiuno, i livelli di lipidi e la pressione sanguigna, e relativo al glucosio postprandiale e risposte insulina dopo i pasti test standard all’inizio e alla fine di ogni intervento dietetico .

Entrambe le diete sono stati ugualmente efficaci nel promuovere la perdita di peso e di grasso e nel migliorare il controllo glicemico a digiuno, il colesterolo totale e lipoproteine a bassa densità (LDL), ma la dieta HP-LF ha diminuito in misura maggiore i trigliceridi (TG) (P=0,04) se confrontati con la dieta LP-HF.

Significato clinico

La dieta HP-LF ha nettamente migliorato la pressione arteriosa sia sistolica che diastolica rispetto alla dieta LP-HF (P <0,001 e p <0,001, rispettivamente). Nessuna differenza è stata osservata nel glucosio post-prandiale e nelle risposte all’insulina.

Bigliografia :
Fonti :

ven 4 giugno 2010
VEDI ANCHE
chetogenica antiinfiammatoriaChetogenica come dieta antinfiammatoria
La dieta chetogenica migliora le concentrazioni di adiponectina e leptina e può essere utilizzata nella prevenzione di malattie infiammatorie.
mar 23 febbraio 2021
Bastano 3 giorni di chetogenica?Bastano 3 giorni di chetogenica?
La dieta chetogenica isocalorica modula l’attività dell'inflammasoma nei macrofagi con miglioramento dello stato infiammatorio e metabolico.
mar 24 maggio 2022
Parliamo di ...
  • Sindrome metabolica
    Obesità e sindrome metabolica
    La sindrome metabolica è una condizione patologica associata all’obesità, caratterizzata da adiposità viscerale, dislipidemia, iperglicemia e ipertens...