Influenza della genetica nella risposta alla dieta

Uno studio ha individuato i polimorfismi SNP
dieta secondo genetica

Un recente studio ha esaminato se i cambiamenti di REE e nell’attività fisica a seguito della perdita di peso fossero influenzati da polimorfismi a singolo nucleotide (SNP) candidati.

Lo studio

I ricercatori hanno esaminato 148 soggetti (39 uomini, 109 donne), età media ± DS: 41 ± 9 anni; indice di massa corporea (BMI): 31,9 ± 3,0 kg / m2, che hanno seguito una dieta a fortemente ipocalorica per 8 settimane. Hanno selezionato gli SNP tra sei geni candidati: ADRB2, FTO, MC4R, PPARG2, PPARD e PPARGC1A.

Il genotipo eterozigote di FTO è stato associato a una maggiore livello di attività fisica rispetto al genotipo omozigote, mentre il REE risultava identico tra i due genotipi. Anche dopo la restrizione energetica è stato individuato un modello simile.

I pazienti con genotipo omozigote dell’ADRB2 hanno avuto una maggiore riduzione del REE (P <0,05) e una maggiore termogenesi adattativa (P <0,05) dopo la perdita di peso, suggerendo un ruolo centrale per una ridotta mobilizzazione lipidica.

La riduzione sproporzionata del dispendio energetico favorisce un bilancio energetico positivo dopo la perdita di peso, per questo può predisporre al recupero del peso.

In questo studio, gli uomini e le donne obesi omozigoti per l’allele minore ADRB2 rs1042713 (AA) mostrano un maggiore adattamento indotto dalla restrizione energetica nella REE o dalla termogenesi adattativa. In aggiunta, i soggetti portatori del genotipo eterozigotico di FTO rs9939609 avevano una maggiore attività fisica al basale e lo stesso dopo la perdita di peso.
I risultati di questo studio hanno mostrato un’associazione tra l’allele minore di ADRB2 e REE inferiore ma non hanno mostrato alcuna associazione tra la variazione del genotipo REE e FTO.

ADRB2, un recettore adrenergico

ADRB2 è membro della superfamiglia del recettore adrenergico accoppiato con proteine ​​G. Partecipa alla regolazione periferica del dispendio energetico.

ADRB2 è espresso nel tessuto adiposo sottocutaneo e mobilizza i lipidi all’interno delle cellule adipose umane stimolando la lipolisi.
L’associazione tra REE, termogenesi adattiva e alterata funzione del recettore β2-adrenergico, suggerisce che esista un ruolo chiave nell’adattamento metabolico da parte della ridotta capacità di mobilizzare i lipidi all’interno del tessuto adiposo attraverso la lipolisi per compensare un ridotto apporto di energia.

Significato clinico

Insieme, questi risultati indicano che una migliore capacità di regolare la beta ossidazione durante la restrizione energetica e una maggiore capacità di mobilizzare gli acidi grassi liberi in circolo può portare a una termogenesi adattativa meno pronunciata.

Bigliografia : Stefan G J A Camps, Sanne P M Verhoef, Freek G Bouwman, Edwin C M Mariman, Klaas R Westerterp

mer 24 giugno 2020
Condividi su :
VEDI ANCHE
metabolismo_adattamAdattamento metabolico
È importante controllare l’efficienza metabolica e la composizione corporea nel follow-up dei trattamenti ipocalorici per la perdita di peso.
mar 15 marzo 2022
fitness_cuoreBasta un’ora di attività fisica al giorno per annullare la tendenza genetica all’obesit
Lo studio dimostra che l'esercizio fisico puo' compensare, negli adolescenti, la predisposizione genetica all'obesita' legata alla variazione del gene...
lun 12 aprile 2010
Parliamo di ...
  • gene e cibo
    Nutrigenetica
    Ambiente e dieta (qualità e quantità) sono i principali fattori che influenzano la salute e la malattia di un individuo
  • nutrizione e genoma
    Nutrizione e genoma
    Nutrigenetica e nutrigenomica, due nuove approcci per una nutrizione clinica sempre più personalizzata
  • BMR
    Il metabolismo basale
    Il metabolismo basale rappresenta la quantità di energia necessaria per mantenere i processi fisiologici in condizioni di riposo e digiuno.