Dieta nella IBS: efficacia monitorabile

Con l’analisi dei composti volatili fecali
Gli interventi dietetici sono efficaci nella gestione dei pazienti con sindrome dell'intestino irritabile (IBS), anche se le loro risposte variano.
Un gruppo di ricercatori nel Regno Unito ha studiato se i livelli fecali di composti organici volatili (VOC) fossero associati con la risposta agli interventi dietetici nei pazienti con IBS.
Gli adulti con diagnosi di IBS sono stati reclutati in un trial randomizzato 2×2 fattoriale controllato.
I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a
– un gruppo a cui è stato consigliato di seguire una dieta a basso contenuto di fruttani, galattooligosaccaridi, lattosio, fruttosio e polioli (dieta bassa in FODMAP, n = 46) o
– a un gruppo che ha ricevuto consigli dietetici placebo (dieta sham, n = 47) per 4 settimane.
 
I pazienti di ciascun gruppo hanno assunto inoltre un supplemento probiotico multiplo o placebo.
La risposta ai trattamenti è stata definita come una riduzione di 50 punti o più sul sistema di valutazione convalidato dei sintomi IBS.
I campioni di feci sono stati raccolti dai partecipanti al basale e alla fine del periodo di studio di 4 settimane; i VOCs sono stati analizzati mediante un sensore a gas-cromatografia.
Più pazienti hanno risposto alla dieta a basso FODMAP (37/46, 80%) rispetto alla dieta sham (21/47, 45%) (P <.001), ma non vi era differenza di risposta tra i pazienti trattati con il probiotico (31 / 49, 63%) contro il placebo (27/44, 61%) (P = 0.850), senza interazione tra la dieta e gli integratori.
A livello basale, i profili VOC contenevano 15 caratteristiche che rispondevano alla dieta a basso FODMAP con una precisione del 100% e 10 caratteristiche che rispondevano al probiotico con un'accuratezza dell'89% . I modelli di fine trattamento hanno conseguito simili potenze e precisioni predittive.
 
La profilazione del VOC fecale è uno strumento a basso costo e non invasivo che potrebbe essere utilizzato per prevedere le risposte dei pazienti con IBS ai diversi trattamenti e identificare i meccanismi di azione alla base della loro efficacia.
 

Autori: Rossi M, Aggio R, Staudacher HM, Lomer MC, Lindsay JO, Irving P, Probert C, Whelan K.
Fonte: Clin Gastroenterol Hepatol. 2017 Oct 6. pii: S1542-3565(17)31201-6. doi: 10.1016/j.cgh.2017.09.055.
Link della fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28993261  

Bigliografia :

Fonti :

mar 31 ottobre 2017
VEDI ANCHE
Parliamo di …