Chetogenica amica della pelle

Uno studio italiano
chetogenica-pelle

La fase attiva di 45 giorni della VLCKD ha dimostrato notevoli miglioramenti nella gravità dell’acne e questi miglioramenti sembravano essere attribuibili ai noti effetti antiossidanti e antinfiammatori della VLCKD.

L’acne, una malattia infiammatoria cronica che colpisce l’unità pilosebacea, è influenzata in modo significativo dall’infiammazione e dallo stress ossidativo ed è comunemente associata all’obesità.

Allo stesso modo, l’obesità è associata ad un aumento dell’infiammazione e dell’ossidazione.

Il ruolo della dieta nell’acne non è ancora determinato con precisione, ma la dieta chetogenica a bassissimo contenuto calorico (VLCKD), nota per la perdita di peso e per la generazione di corpi chetonici antinfiammatori, potrebbe essere una strategia terapeutica.

Lo studio

Questo studio mirava a valutare l’efficacia di una fase attiva di 45 giorni di VLCKD nel ridurre la gravità clinica dell’acne in giovani donne con acne moderata naïve al trattamento e obesità di grado I.

I ricercatori hanno reclutato 31 donne con acne moderata naïve al trattamento, obesità di grado I (BMI 30,03–34,65 kg/m2), di età compresa tra 18 e 30 anni, che acconsentivano ad aderire alla VLCKD.

La VLCKD ha portato a miglioramenti generali nei parametri antropometrici e di composizione corporea. Ci sono state riduzioni significative sia nel punteggio sulla gravità dell’acne (GAGS) che sulla qualità della vita (DLQI) dopo l’intervento dietetico. Questi miglioramenti hanno coinciso con diminuzioni significative dei livelli di infiammazione e stress ossidativo TMAO e dROMs e un aumento significativo dell’angolo di fase PhA.

I cambiamenti nel punteggio GAGS erano correlati positivamente con i cambiamenti nei dROM e negativamente con PhA anche dopo aggiustamento per Δ% FM.

I cambiamenti nel punteggio DLQI erano correlati positivamente con i cambiamenti nei dROM e negativamente con PhA anche dopo aggiustamento per Δ% FM.

Significato clinico

Considerati gli effetti collaterali dei farmaci utilizzati per l’acne, vi è una crescente necessità di trattamenti sicuri, tollerabili e a basso costo che possano essere utilizzati per trattare l’acne. La fase attiva di 45 giorni della VLCKD ha dimostrato notevoli miglioramenti nella gravità dell’acne e questi miglioramenti sembravano essere attribuibili ai noti effetti antiossidanti e antinfiammatori della VLCKD.

 

Bigliografia : Ludovica Verde, Evelyn Frias-Toral, Sara Cacciapuoti et al.

mar 30 aprile 2024
Condividi su :
VEDI ANCHE
chetogenica anti covidChetogenica, anche per la pelle
I dermatologi possono fidarsi di prescrivere la dieta chetogenica per prevenire diverse patologie quali acne e complicanze del diabete.
mar 10 marzo 2020
dieta_amica_pelleLa dieta amica per la pelle
L'acne influisce sul benessere emotivo dei pazienti e la dieta corretta può aumentare l'efficacia del trattamento e ridurre il rischio di recidiva
mar 18 aprile 2023
Parliamo di ...
  • acne-dermopatia-seborroica
    Acne dermopatia seborroica
    Le dermopatie seborroiche sono malattie della pelle caratterizzate da iperproduzione di sebo, che possono abbinarsi a inestetismi come l’acne.
  • dieta-chetogenica
    Dieta chetogenica
    La dieta chetogenica è un protocollo terapeutico basato sulla riduzione dell’apporto calorico e di carboidrati, che induce l’organismo a utilizzare i ...