Tra cuore e BMI il nesso non si discute

Il grasso addominale soffoca il cuore
apparato-circolatorio

L’obesità con prevalenza di massa grassa addominale si associa ad uno scadente profilo metabolico e quindi ad un aumento del rischio cardiovascolare.

Lo confermano i risultati di un ampio studio che per la prima volta ha posto a confronto soggetti obesi con lo stesso BMI.

Più precisamente, i soggetti che avevano già un’efficienza cardiorespiratoria ridotta mostravano anche il doppio di massa grassa addominale rispetto a quelli che, invece, conservavano una buona funzionalità cardiorespiratoria.

L’osservazione per il momento riguarda un ristretto campione di popolazione canadese (n=169) e per questo gli stessi autori della ricerca sono cauti nonostante la significatività statistica dei risultati. Infatti, gli stessi commentano che col tempo la significatività dei dati si perde allo stesso modo in cui sembra rallentarsi la tendenza all’accumulo del grasso viscerale.
Comunque, la moltiplicazione del rischio cardiovascolare era statisticamente significativa se posta in relazione con l’entità del pannicolo adiposo viscerale e specie nei maschi.

Archives of Internal Medicine 2007; 167:1518-1525

Bigliografia :

Fonti :

gio 6 settembre 2007
VEDI ANCHE

peso_cuoreIl peso sul cuore

Per le giovani donne in sovrappeso e obese esiste un aumento del rischio di morte precoce per infarto, ictus e malattie cardiovascolari.

mar 19 ottobre 2021
La dieta e il cuore

Uno stile di vita corretto e una dieta sana sono necessari alla salute del cuore quanto i farmaci e le tecniche cardiovascolari di ultima generazione.
lun 23 luglio 2012

Parliamo di …