BMI non riflette la forma fisica del bambino, meglio altre misure

L’indice di massa corporea non correla con la salute cardiorespiratoria infantile. Un recente studio rivela l’utilità di altre misure antropometriche per l’analisi del bambino.

Quale misura antropometrica riflette più accuratamente lo stato di salute fisica dei bambini? La risposta giunge da un recente studio condotto dai ricercatori dell’Università dello Utah, i quali hanno valutato la correlazione tra le più comuni misure dello stato corporeo e i risultati del test per l’analisi del fitness cardiorespiratorio.

L’analisi ha coinvolto 134 studenti di scuola elementare di entrambi i sessi, i quali sono stati sottoposti ad una serie di esami antropometrici tra cui: il calcolo del BMI, la misura della circonferenza in vita, il calcolo del rapporto vita fianchi, la valutazione della percentuale di grasso corporeo mediante la misura delle pliche cutanee ed attraverso uno strumento per il calcolo della bio-impedenza elettrica. La valutazione della salute cardiorespiratoria veniva, invece, effettuata  tramite il test di corsa PACER.

In generale gli autori hanno riscontrato una correlazione moderatamente significativa tra le percentuali di grasso corporeo, il valore del rapporto vita fianchi e lo stato di salute cardiorespiratoria in entrambi i sessi. Diversamente, il valore di BMI presentava solo una debole correlazione con i risultati del test di salute cardiorespiratoria.

In conclusione, l’indice di massa corporeo non rappresenterebbe un indicatore preciso della capacità aerobica fisica nei bambini, mentre altre misurazioni di altrettanta semplice esecuzione fornirebbero una stima più appropriata.

Bigliografia :

Fonti :

gio 18 aprile 2013
VEDI ANCHE
Parliamo di …