Atleti o non atleti?

Una riflessione sulla BIA
atleti_o_non

Le attuali definizioni di atleta identificano le persone impegnate in eventi sportivi agonistici individualmente o in squadra, con elevate prestazioni fisiche e metodi di allenamento specifici.

Tuttavia, questo esclude un’ampia gamma di individui che si allenano in modo ricreativo ma possono comunque presentare caratteristiche di composizione corporea simili a quelle di un atleta. Curiosamente, un individuo che partecipa ad una maratona con lo scopo di correre per svago e quindi classificato come non atleta può mostrare le stesse caratteristiche di composizione corporea di un soggetto che corre la stessa gara con l’intento di gareggiare e quindi è considerato atleta. Allo stesso modo, una persona che svolge lavori manuali come agricoltori, muratori o un frequentatore di palestra che non gareggia in eventi organizzati o non è affiliato a una squadra sportiva potrebbe comunque avere caratteristiche di composizione corporea simili a quelle di un atleta.
Tale mancanza di chiarezza potrebbe creare confusione quando si tenta di distinguere atleti da non atleti e può avere ripercussioni sia scientifiche che pratiche.

La BIA

Nella valutazione della composizione corporea con la bioimpedenziometria bisogna quindi tener conto di parametri ed equazioni che siano accurate al massimo.

Quando si utilizza la BIA, l’angolo di fase è un parametro che riflette fedelmente il rapporto tra fluidi intra ed extracellulari, nonché l’integrità cellulare, ed è derivato dalla relazione tra la misura diretta della resistenza bioelettrica e della reattanza.
L’angolo di fase è maggiore negli atleti rispetto alla popolazione generale. Il suo valore è correlato positivamente con la massa muscolare e il rapporto acqua intracellulare/extracellulare. Poiché ci si aspetta che gli atleti mostrino una maggiore massa muscolare e rapporto acqua intracellulare/extracellulare, l’angolo di fase potrebbe essere inizialmente valutato come indice di pre-screening.

Quindi, la scelta di usare una formula predittiva per atleti o una formula per la popolazione generale dipende dalle caratteristiche “atletiche” o meno paziente.

Bigliografia : Francesco Campa, Giuseppe Coratella

mar 25 gennaio 2022
Condividi su :
VEDI ANCHE
Meno carboidrati per cuori fortiChetogenica e sport di resistenza
Esiste il rischio di prestazioni compromesse per un esaurimento delle riserve di carboidrati con la chetogenica.
mar 5 maggio 2020
Dieta e esercizio contro covidEsercizio e dieta sempre più importanti
In pandemia, lo stile di vita sano diventa improrogabile
mar 22 settembre 2020
Parliamo di ...
  • nutrizione e attività fisica
    Nutrizione e attività fisica
    Lo sportivo è in genere una persona in buono stato di salute, con particolari esigenze nutrizionali a seconda della disciplina che pratica
  • Integratori proteici e sport
    L'attività fisica
    L'attività fisica, che sia movimento o sport, è fondamentale a tutte le età. Muoversi fa bene!
  • impedenziometria
    L'impedenziometria
    L’impedenziometria analizza la composizione corporea grazie alla rilevazione della resistenza opposta dal corpo al passaggio di una corrente elettrica...