Poca nanna aumenta l’adipe

dormire bene

L’equazione bimbo grasso uguale migliori condizioni di salute o viceversa è ormai tramontata.

Nel tempo si è vista, per esempio, un’associazione con il rischio di successiva obesità e poi d’ipertensione, iperlipidemia, diabete tipo 2 e asma, tutte patologie che una volta in età adulta aumentano morbilità e mortalità.

Individuare i determinanti del sovrappeso nella prima infanzia è utile per attuare correttivi che aiutino a evitare le complicanze dell’eccesso di peso nel corso della vita. Ma non è detto che siano così intuibili: tra i meno immediati c’è per esempio una scarsa durata del sonno.

Un fattore che di recente è emerso implicato nell’adulto in aumento di peso, obesità, aterosclerosi e diabete, e ancor più di recente appare coinvolto nel sovrappeso anche di bambini e adolescenti.

Una possibile spiegazione per l’adulto è che la riduzione del sonno comporti un abbassamento dei livelli plasmatici di leptina e invece maggiori dell’ormone di origine gastrica grelina, uno squilibrio che può portare ad aumento dell’appetito e del peso corporeo.

Le evidenze precedenti sono rafforzate ora da uno studio statunitense che mette il luce una relazione tra il sonno insufficiente dai 6 ai 24 mesi e il rischio di sovrappeso all’età di tre anni, anche indipendentemente da altri fattori.

Bigliografia :
Fonti :

gio 17 aprile 2008
VEDI ANCHE
Contro l’obesità infantile più sonno e meno TV
Per i bambini in età prescolare, dormire poco e avere un televisore in camera da letto quasi sempre acceso, aumentano la probabilità di sovrappeso.
mar 2 dicembre 2014
Dieta e sonno: binomio vincente
Grassi e zuccheri fan perdere il sonno
mar 2 febbraio 2016
Parliamo di ...