Mal di testa che pesa

patologie-neurologiche

L’obesità sembra costituire un aggravante nei pazienti emicranici, ma non in quelli che soffrono di altri tipi di cefalalgia.
La ricerca, condotta in un campione rappresentativo della popolazione americana, ha analizzato l’influenza dell’indice di massa corporea (BMI) sulla frequenza, la severità, il trattamento dell’emicrania, l’insorgenza dell’emicrania probabile (PM) e della cefalea tensiva episodica severa (S-ETTH). I ricercatori hanno, così, identificato: 18.968 pazienti con emicrania; 7564 con PM e 2051 con S-ETTH. Inoltre, i dati ottenuti hanno rivelato che tra i soggetti affetti da emicrania, gli attacchi frequenti (10-14 giorni/mese) si verificavano maggiormente nei soggetti con elevato BMI che in quelli normopeso: in particolare, nel 7,4% dei pazienti sovrappeso, nell’8,2% degli obesi e nel 10,4% dei grandi obesi, rispetto al 6,5% dei pazienti normopeso. L’elevato BMI, infine, influenza negativamente anche il grado di disabilità dei soggetti affetti da emicrania, ma non di quelli con PM e S-ETTH.

Arch Intern Med.Arch Intern Med. 2007;167(18):1964-1970

Bigliografia :
Fonti :

gio 25 ottobre 2007
VEDI ANCHE
Cefalea da carenza di vit.D?
Un grosso studio svedese scopre una associazione tra mal di testa e bassi livelli di 25 idrossi-vitamina D
lun 14 gennaio 2013
La cefalea è giovane
L'insorgenza della cefalea in metà dei casi avviene prima dei 20 anni
ven 24 maggio 2013
Parliamo di ...