Insonnia da stress? Prova lo zucchero di canna

Un composto che si trova in abbondanza sulla superficie della canna da zucchero sarebbe in grado di combattere l’insonnia da stress.

L’octacosanolo, oltre ad avere proprietà anti-colesterolo, sarebbe in grado di combattere l’insonnia da stress. E questa sarebbe un’ottima notizia per milioni di insonni, ma si tratta di risultati ancora preliminari che andranno replicati nell’uomo (lo studio è stato condotto su animali da esperimento). Oltre che nella canna da zucchero, questo composto è ben rappresentato anche nel germe di grano, nella crusca di riso e nelle cere vegetali e di api.

Ci sono quelli che contano le pecore, quelli che recitano mantra o più prosaicamente quelli che ricorrono ad un ipnoinducente. L’insonnia è un incubo a occhi aperti per molti e la mancanza di sonno, da qualunque situazione generata, comporta non pochi problemi all’organismo, anche sul versamento metabolico, cardiovascolare e sul tono dell’umore. Stress e preoccupazioni sono di certo nemici di un buon sonno ristoratore; ma dal Giappone arriva oggi un suggerimento su come combatterli quando è ora di andare a dormire.
 
Non ad un farmaco ma ad un composto naturale, l’octacosanolo è affidata la speranza di vincere l’insonnia da stress. E’ questo un composto della famiglia dei policosanoli, utilizzati finora come ipocolesterolemizzanti naturali e presenti in particolare nella canna da zucchero, ma anche in cere vegetali e di api, crusca di riso e germe di grano. L’estratto crudo è il policosanolo, mentre l’octacosanolo ne rappresenta il costituente più abbondante.
 
Un gruppo di ricercatori dell’International Institute for Integrative Sleep Medicine (WPI-IIIS) dell’Università di Tsukuba (Giappone) ne ha studiato gli effetti anche nell’insonnia da stress. Lo studio, pubblicato su Scientific Reports e condotto su topi lievemente stressati, ha dimostrato che la somministrazione di octacosanolo riduce la concentrazione plasmatica di corticosterone, un marcatore dello stress e ripristina un pattern di sonno normale negli animali da esperimento.

 
Il sonno indotto negli animali dall’octacosanolo presenta un pattern simile a quello fisiologico; gli autori hanno notato inoltre che negli animali normali questa sostanza non influenza la qualità del sonno.
Leggi tutto su Quotidiano Sanità 
 

Bigliografia :

Fonti :

gio 7 settembre 2017
VEDI ANCHE
Parliamo di …