Dire donna vuol dire dieta

La dieta della bellezza
Salute della pelle al sole

Sesso femminile, età intorno ai 40, livello d’istruzione elevato, occupazione libera professionista, residenza nel Nord Ovest d’Italia. Note salienti: sogna di diventare una donna importante, ma soprattutto snella. E’ questo l’identikit della donna italiana di media età. A confermare ci sono i dati emersi dall’ultima indagine Key-stone, effettuata su un campione di 650 donne italiane tra i 25 e i 64 che indagava i comportamenti delle donne rispetto al loro infinito desiderio di migliorare la propria immagine con il ricorso ad una dieta, possibilmente dimagrante. Ecco un po’ di numeri. Il picco di adesione alla dieta è doppio per le donne tra i 35 e i 44 anni. Quando la dieta si comincia dopo le feste di fine anno, in circa il 40% dei casi proviene da riviste, internet, o viene consigliata da amici o parenti, e raramente si ricorre al dietologo.

Questo fenomeno riguarda quasi 10 milioni di donne, di cui più di 6 adottano periodicamente un regime alimentare restrittivo. Si tratta prevalentemente di professioniste in carriera e con titolo di studio superiore (picco del 63% nel Nord Ovest). La tendenza di mettersi a dieta è, però, abbastanza diffusa anche tra la più giovani (25-34 anni) con un’incidenza del 46%. Circa la metà delle donne a dieta dichiara di aver consultato un esperto, ma la parte rimanente adotta un regime “fai da te”. Ma non è tutto! Molti sono, infatti, gli errori che commettono le italiane che intraprendono una dieta: per prima cosa, per esempio, il 70% non associa l’attività fisica alla dieta.  E sebbene il 58% abbia dichiarato di aver perso peso, la completa soddisfazione riguarda solo un quarto delle intervistate. E, infine, ma non per ultimo, l’86% ha dichiarato che le abitudini alimentari del resto della famiglia rimangono invariate. Le donne a dieta combattono da sole la loro lotta infinita contro i chili di troppo. In isntesi:l’educazione a una corretta nutrizione salutistica non è mai troppa e si bada di più all’aspetto che alla sostanza.

Bigliografia :
Fonti :

mar 1 febbraio 2011
VEDI ANCHE
Donne di cuoreDonne di cuore
Screening periodici possono identificare i fattori di rischio e prevenire le malattie cardiovascolari come ictus e ipertensione nelle donne.
mar 27 settembre 2022
Rapporto vita-fianchi androide e rischio CV in donne normopeso in menopausaIl rapporto “vita-fianchi” nella donna può “indicare” il rischio cardiovascolare
ll rapporto vita-fianchi, se di tipo androide, rivela un rischio cardiovascolare anche nelle donne normopeso in menopausa.
mar 2 luglio 2019
Parliamo di ...