Gestosi gravidica

La gestosi è una complicazione della gravidanza. È importante monitorare l’eventuale insorgenza in quanto gli esiti possono essere pericolosi sia per la madre che per il feto.
gestosi-gravidica

La preeclampsia, comunemente conosciuta con il termine gestosi, è una complicazione della gravidanza potenzialmente pericolosa sia per la mamma sia per il neonato. In Europa, la preeclampsia si manifesta in circa il 5% delle gravidanze ma, a causa dell’aumento dell’età delle donne che decidono di avere un figlio, dell’obesità e della maggiore frequenza di malattie croniche come il diabete, è atteso un aumento della sua frequenza.

I sintomi

I segni iniziali della preeclampsia includono:

  • la pressione alta;
  • la presenza di proteine nelle urine che vengono rilevate durante le visite e i controlli periodici previsti in gravidanza;
  • In alcuni casi, possono comparire anche dei disturbi (sintomi) come, ad esempio, dolore addominale, forte mal di testa, nausea e vomito, alterazioni della vista, tremori alle mani e aumento di peso di oltre 5 chili in una settimana.

Stile di vita e alimentazione

Esistono delle linee guida ormai ampiamente diffuse, segnalate anche da associazioni come la SIGO, secondo le quale si può procedere puntando sulle seguenti azioni:

  • esercizio fisico: è associato a una riduzione dell’ipertensione gestazionale e della preeclampsia così come a una riduzione dell’aumento di peso materno e della macrosomia fetale;
  • dieta mediterranea: l’impostazione di un adeguato regime alimentare basato sulla dieta mediterranea, potrebbe avere un ruolo nella prevenzione di esiti avversi della gravidanza, tra cui i disordini ipertensivi e il diabete gestazionale;
  • calcio, vitamine e nutraceutica: la supplementazione con calcio che sembrerebbe avere un ruolo protettivo in associazione all’aspirina a basso dosaggio
Sei un operatore della salute?