Sottopeso nell’adulto

Una condizione di sottopeso con percentuali di grasso corporeo sotto la norma può comportare diverse problematiche rispetto alle normali funzioni fisiologiche.
sottopeso-adulto

“Se ho poco grasso vuol dire che sono un soggetto sano?”, “È pericoloso avere una quantità di grasso inferiore ai valori di riferimento?”. Queste sono alcune domande che potrebbero sorgere spontanee dopo aver letto il capitolo relativo all’obesità.

Avere una percentuale di grasso inferiore ai valori di riferimento non è una garanzia di benessere. Se da una parte la persona obesa ha una maggiore esposizione a diabete, malattie cardiovascolare e cancro dall’altra parte anche una condizione di sottopeso comporta delle problematiche rispetto alle normali funzioni fisiologiche, sia nell’uomo che nella donna.

Ad esempio, aumenta la suscettibilità dell’individuo alle infezioni, si può riscontrare fatica cronica, blocco del ciclo mestruale femminile con possibili conseguenze anche sulla salute delle ossa.

Per questo motivo, è sempre bene rivolgersi a un professionista della nutrizione – biologo nutrizionista, dietologo o dietista – per monitorare il peso corporeo e avere indicazioni su come procedere nel caso in cui i depositi di tessuto adiposo siano insufficienti per garantire la salute dell’individuo.

Sei un operatore della salute?

ULTIME NOTIZIE