Acqua

L’acqua è il principale costituente del corpo umano; la disidratazione e l’eccesso di acqua possono causare danni degli organi fino alla morte.
Acqua

L’acqua è il principale componente del corpo umano e ricopre molteplici funzioni fondamentali per la vita.

La sua mancanza determina la morte in un lasso di tempo molto più breve di quello dovuto al digiuno da cibo: le riserve idriche consentono una sopravvivenza massima di quindici giorni mentre senza cibo l’uomo è in grado di sopravvivere anche 2 mesi.

L’introduzione insufficiente di acqua viene tollerata per un lasso di tempo ridotto: se l’organismo raggiunge una disidratazione del 10% subisce dei danni a livello degli organi; se la disidratazione raggiunge il 20%, il soggetto va incontro a morte.

Di contro, anche l’introduzione eccessiva di acqua risulta dannosa provocando convulsioni e anche morte in quanto il sangue, i minerali e le concentrazioni molecolari dei tessuti risultano eccessivamente diluiti.

L’acqua presente nel corpo, però, è mantenuta in costante equilibrio grazie a meccanismi regolatori che controllano sia l’aumento che la diminuzione di acqua.

Sei un operatore della salute?

Condividi su :
ULTIME NOTIZIE