Vitamine A, C ed E: diverse fonti per una sana alimentazione

Varie fonti alimentari consentono un corretto apporto di vitamine essenziali. Recente studio evidenzia la diversità di prodotti consumabili.

Diverse strategie alimentari permettono di rispettare una dieta corretta, specialmente in relazione all’assunzione di frutta e verdura e dei preziosi micronutrienti in esse contenuti, in particolare le vitamine del gruppo A, C ed E.

Un recente studio condotto presso la University of Alberta ha identificato una discreta variazione nelle fonti di questi micronutrienti tra distinti gruppi etnici residenti negli Stati Uniti nello stato di Hawaii.

L’analisi ha dimostrato che sebbene la lattuga, la banana e gli agrumi rappresentino, rispettivamente, la verdura e frutta più largamente consumata da tutte le etnie considerate, era possibile riscontrare una significativa variazione tra le altre 10 verdure consumate con più frequenza, a significare una chiara relazione tra l’appartenenza ad un particolare gruppo etnico e la preferenza di una specifica fonte alimentare per coprire il fabbisogno vitaminico.

In particolare, la più significativa variazione si osservava nelle fonti di vitamina A. Lo studio è il primo ad aver descritto questo tipo di variazione nelle fonti alimentari di micronutrienti in relazione all’etnia, ed assume un valore particolarmente utile per la messa a punto di strategie di sensibilizzazione pubblica o di campagne di educazione alimentare dirette verso specifiche gruppi di popolazione.

Bigliografia :

Fonti :

mer 19 marzo 2014
VEDI ANCHE
Parliamo di …