Target emergenti nell’emicrania

Nuovi farmaci per l’emicrania

L’emicrania è un disturbo neurologico comune e altamente invalidante. Nonostante la complessità della sua fisiopatologia, notevoli progressi sono stati raggiunti nel corso degli ultimi 20 anni nella sua comprensione, nonché lo sviluppo di opzioni di trattamento farmacologico.

Lo sviluppo degli agonisti dei recettori della serotonina ” triptani ” ha migliorato sensibilmente il trattamento acuto degli attacchi di emicrania.

Tuttavia, molti pazienti con emicrania non rispondono in modo soddisfacente ai triptani e le comorbilità cardiocascolari limitano il loro uso in un numero significativo di pazienti.

Siccome l’emicrania è sempre più considerata un disturbo del cervello, e dati preclinici e clinici indicano che la vasodilatazione osservata è semplicemente un epifenomeno, la ricerca ha recentemente focalizzati sullo sviluppo di composti privi di proprietà vasocostrittori.

In questo contesto , promettenti sono i dati preclinici e clinici relativi a composti che agiscono sul peptide correlato al gene della calcitonina o il suo recettore, il recettore 5 – HT1F, sulla ossido nitrico sintasi, e sui bloccanti del canale ionico acido – sensibile.

Bigliografia :

Fonti :

mer 15 gennaio 2014
VEDI ANCHE
Parliamo di …