Spessore melanoma: nuovo fattore di rischio per la sopravvivenza del tumore

Lo spessore del tumore cutaneo è un indicatore del rischio di mortalità. Così rivela un recente studio.

Lo spessore del tumore cutaneo rappresenta un fattore di rischio importante nella sopravvivenza nel melanoma. Lo rivela il recente studio “The Genes, Environment, and Melanoma Study”.

L’analisi, pubblicata sulla rivista Journal of American Medical Association, ha infatti dimostrato che la differenza nel tasso di sopravvivenza tra le forme primarie single e multiple di melanoma sono piuttosto simili, tuttavia, lo spessore del tumore sembra essere il principale determinante del rischio di fatalità associate alla patologia.

Lo studio ha analizzato i dati epidemiologici relative a Australia, Canada, Italia e Stati Uniti, per un totale di 2372 pazienti diagnosticati con melanoma. Lo spessore istologico del tumore risultava il principale determinante della fatalità, mentre altri elementi predittivi indipendenti erano la presenza di ulcerazione, mitosi e la localizzzazione dello scalpo. Infine, nonostante il rischio di fatalità fosse paragonabile tra le forme singole e multiple del melanoma, il rischio relativo di fatalità per i tumori più spessi era superiore per le forme single che per quelle multiple.

Questa osservazione potrebbe suggerire l’esistenza di un differente esito prognostico tra le due forme di tumore che andrebbe al di là della sorveglianza clinica e possibilità di effettuare una diagnosi precoce.

Bigliografia :

Fonti :

mer 17 luglio 2013
VEDI ANCHE
Parliamo di …