Sirtuina, un freno molecolare all’invecchiamento

Nuove evidenze sperimentali confermano le proprietà protettive della molecola sirtuina contro i processi di invecchiamento e patologia.

Nuove evidenze sperimentali confermano il ruolo protettivo della molecola sirtuina contro l’invecchiamento e lo sviluppo di patologie metaboliche. I risultati giungono da un recente studio condotto dai ricercatori australiani del National Institute on Aging presso la Sydney Medical School.

La molecola in questione, sirtuina (SIRT1), rappresenta un elemento regolatore all’interno del nucleo cellulare, permettendo il rimodellamento della cromatina e quindi partecipando all’espressione di specifiche categorie di geni.

L’attività di questa molecola è stata già collegata da precedenti studi al corretto funzionamento del metabolismo ed anche alla protezione contro lo sviluppo del declino cognitivo che accompagna l’invecchiamento. La supplementazione dell’attivatore SRT1720, specifico per la molecola sirtuina, produce un effetto benefico sulla sopravvivenza dell’animale da laboratorio sottoposto al consumo di una dieta ad elevato contenuto in grassi.

Nel presente studio i ricercatori hanno potuto dimostrare che il trattamento con l’attivatore SRT1720 produceva simili effetti negli animali sottoposti ad una dieta normale e ritardava l’insorgenza dei disturbi metabolici tipici dell’età avanzata. Non solo, un nuovo dato riguardava l’effetto dell’attivatore sull’espressione genica, in particolare la soppressione del’attivazione di geni con attività pro-infiammatoria a livello del muscolo e del fegato dell’animale.

Queste osservzioni erano confermate da una minore attivazione di alcune cascate di segnalazione intracellulari tipicamente associate ad una risposta immunitaria pro-infiammatoria. Lo studio ha dunque rimarcato il ruolo della molecola sirtuina nelle risposte cellulari anti-invecchiamento, principalmente esercitato mediante un’attenuazione delle risposte infiammatorie che costituiscono una frequente causa nello sviluppo di patologie associate ad una scorretta alimentazione o ai processi fisiologici di invecchiamento.

Bigliografia :

Fonti :

mar 18 marzo 2014
VEDI ANCHE
Parliamo di …