Sindrome metabolica aumenta rischio tumore colon rettale

La presenza del disordine metabolico può favorire il rischio di sviluppare il tumore colon rettale in entrambi i sessi. Così riporta uno studio italiano.

La presenza della sindrome metabolica, cioè l’insieme di disordini endocrino-metabolici che caratterizzano l’obesità, può favorire il rischio di tumore colon rettale. Questa la conclusione di un recente studio meta-analitico condotto dai ricercatori dell’Università di Napoli. Un elevato indice di massa corporea, la presenza di disturbi del controllo glicemico, principalmente resistenza all’insulina e diabete, e un’elevata pressione sanguigna sarebbero infatti i fattori di rischio maggiormente responsabili dell’associazione. In totale, sono stati esaminati 17 studi identificati sui principali database di letteratura scientifica comprendenti un numero complessivo di 11,462 casi di tumore.

Gli autori hanno quindi osservato che la presenza della sindrome correlava significativamente con una maggiore incidenza e mortalità del tumore colon rettale sia negli uomini che fra le donne, con risultati simili indipendentemente dal tipo di studio, popolazione, sito del tumore o definizione della sindrome.

Gli autori hanno infine osservato che il rischio costituito dalla sindrome complessiva non era superiore rispetto alla somma delle sue distinte componenti.

Bigliografia :

Fonti :

mer 12 giugno 2013
VEDI ANCHE
Parliamo di …