Prevenire il melanoma: il successo comincia dal paziente

La conoscenza dei fattori rischio e della pratica dell’automonitoraggio da parte del paziente sono la chiave per la prevenzione della malattia.

Da dove partire per rendere efficace la prevenzione del tumore cutaneo? Dal paziente, naturalmente, favorendone la presa di coscienza dei principali fattori di rischio e delle strategie che possono essere messe in atto individualmente per identificare potenziali situazioni di pericolo.

 

Come operare? A dimostrare la fattibilità di un simile approccio sono stati alcuni ricercatori francesi dell’Università di Nantes, i quali hanno potuto dimostrare come un intervento mirato di istruzione del paziente sui comportamenti a rischio e, soprattutto, su come condurre un’autovalutazione della propria pelle permetta di inculcare nel pubblico la consapevolezza della malattia e di prevenirne così l’incidenza.

 

Questi i risultati dello studio presentato sulla rivista Annals of Familiar Medicine al quale hanno partecipato differenti centri medici privati francesi.

Parte di questi centri forniva infatti una semplice informazione sul rischio del melanoma nella forma di opuscoli divulgativi e eseguiva controlli dermatologici solo su richiesta del paziente.

Al contrario, una seconda parte dei centri medici conduceva uno screening dei pazienti potenzialmente a rischio per il melanoma e forniva istruzioni su come condurre un’autovalutazione delle lesioni pigmentate cutanee.

 

Come risultato, i pazienti che avevano frequentato questo secondo tipo di strutture presentavano con maggiore frequenza comportamenti protettivi rispetto ai primi, come una minore esposizione solare, e reagivano positivamente alle campagne di screening per il tumore cutaneo.

 

La strategia ottimale per la prevenzione del melanoma sembrerebbe dunque consistere in una sinergia tra la preparazione del medico nel riconoscere le situazioni di rischio e, fondamentalmente, una “coscienza dermatologica” del paziente, importante in quanto prima azione concreta preventiva.

Bigliografia :

Fonti :

gio 13 febbraio 2014
VEDI ANCHE
Parliamo di …