Più proteine, meno rischio ictus

L’assunzione di proteine attraverso la dieta può attenuare il rischio di incidenti cerebrovascolari. La conferma da studio cinese.

Il consumo di proteine può influire sul rischio di incidenti cerebrovascolari. La conclusione giunge da un’analisi condotta da un gruppo di ricercatori cinesi della Nanjing University i quali hanno esaminato la letteratura scientifica alla ricerca di associazioni tra l’assunzione di proteine e il rischio di ictus.

L’evidenza è emersa in seguito all’analisi di 7 studi prospettici per un totale di oltre 250.000 individui considerati. In questo modo era possibile stimare che il rischio relativo di ictus nel gruppo di soggetti a più elevato consumo di cibi proteici rispetto a quello a più basso consume era pari a 0.8.

Un’analisi più approfondita della relazione dose-risposta ha permesso di stimare che per ogni incremento giornaliero pari a 20 grammi di proteine si assisteva ad una riduzione pari al 26% nel rischio di incorrere nella patologia.

La fonte alimentare delle proteine incluse nella dieta non sembrava modificare in modo significativo queste associazioni.

In conlusione, l’inclusione di un quantitativo moderato di cibi ad elevato contenuto proteico sembrerebbe fornire una protezione contro il rischio incidenti cerebrovascolari, anche se tuttavia i meccanismi fisiologici alla base di questa associazione resterebbero largamente sconosciuti.

Bigliografia :

Fonti :

mer 18 giugno 2014
VEDI ANCHE
Parliamo di …