Obesità: un bilancio preoccupante per la salute USA

Un evento fatale su cinque nel Paese sarebbe riconducibile agli effetti del sovrappeso. Un recente studio fornisce nuovi dati allarmanti.

L’obesità e il sovrappeso sarebbero cause di almeno un decesso su cinque tra la popolazione statunitense, una dato tre volte superiore a precedenti stime. L’allarme sulla rivista American Journal of Public Health dai ricercatori della Columbia University di New York.

L’analisi ha infatti calcolato che queste due condizioni patologiche si associavano al 18.2% delle fatalità tra gli adulti verificatesi nel paese tra il 1986 e il 2009. Un precedente studio aveva calcolato un tasso di mortalità associate all’obesità, “solamente” pari a 5%.

Lo studio ha inoltre rivelato che sono le donne ad essere maggiormente esposte ad un rischio di mortalità collegato a problemi del peso corporeo rispetto agli uomini (21,7% vs 15,6%).

Non solo, lo studio ha anche dimostrato che più recente era la data di nascita e maggiore è l’effetto dell’obesità sul rischio di mortalità. Analizzando la relazione tra anno di nascita e fatalità, gli autori hanno infatti osservato che gli individui sovrappeso nati negli anni 60’ presentavano un rischio di mortalità superiore rispetto a coloro nati negli anni 20 e 30’. Molto probabilmente, questa relazione sarebbe dovuta ad una maggiore esposizione al sovrappeso negli individui nati più recentemente. Questo dato dimostra inoltre come, contrariamente a diffuse concezioni, l’obesità non eserciti alcun effetto protettivo nell’età anziana.

Questi risultati sottolineano dunque l’estrema gravità dell’impatto dell’obesità sulla salute e potrebbero rappresentare un caso unico e preoccupante di riduzione dell’aspettativa di vita in un paese del primo mondo.

Bigliografia :

Fonti :

dom 1 settembre 2013
VEDI ANCHE
Parliamo di …