Obesità in gravidanza

Sono state criticate le linee guida per il trattamento dell’obesità in gravidanza della Società degli Ostetrici e Ginecologi del Canada (FUSC).

Due ricercatori dell’University of Maryland (USA) si sono presi la briga di contestare prima di tutto l’utilità di queste linee guida che, secondo loro, promettono invano di fornire la prova imparziale circa l’efficacia dei trattamenti dimagranti secondo le regole EBM (Evidence-Based Medicine).

Le linee guida della FUSC, destinate a dirigere gli operatori sanitari verso una “best practice”, insistono gli autori, nonostante il loro impegno primario di obiettività, rimangano invischiate in pregiudizi culturali che stigmatizzano i “grandi corpi femminili” associandoli a una “non idoneità” per la maternità. Resta fermo il principio che un aumento di peso eccessivo in gravidanza crea problemi gravi, sia alla gestante, sia al nascituro.

Fonte:
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23074298 Health (London). 2012 Oct 15. [Epub ahead of print]
Ills from the womb? A critical examination of clinical guidelines for obesity in pregnancy.

Bigliografia :

Fonti :

ven 19 ottobre 2012
VEDI ANCHE
Parliamo di …