Nutrizionisti. Brighenti (Sinu): “I nuovi Larn? Per noi un punto di riferimento”

La revisione dei Livelli di assunzione di riferimento di nutrienti ed energia, edito da Sics editore, si propone come uno strumento per la ricerca e la pianificazione nutrizionale. Una guida per definire pratiche sanitarie e commerciali, etichettatura nutrizionale e sviluppo di nuovi alimenti e integratori alimentari.

 

24 OTT – Individuare i “perimetri”, ovvero le criticità che emergono nel campo della Nutrizione Umana, per aprire nuovi “orizzonti” a questa disciplina.
È stato questo l’obiettivo della due giorni di confronto della Società italiana di nutrizione umana (SInu) dal titolo “Nutrizione: perimetri e orizzonti” organizzato a Roma, al  Centro Congressi Frentani di Roma il 20 e il 21 ottobre scorso.
 
Al centro degli argomenti dell’incontro annuale, la presentazione della IV revisione dei Larn (Livelli di assunzione di riferimento di nutrienti ed energia) il testo, edito da Sics editore, considerato, come spiega nella videointervista (videointervista) il presidente della Sinu, Furio Brighenti, la stella polare dei nutrizionisti. (guarda i Larn http://www.sinu.it/html/pag/larn-2014.asp)
 
Una revisione che arriva diciotto anni dopo l’ultima e che si propone come uno strumento per la ricerca e la pianificazione nutrizionale nel singolo individuo, nei gruppi e nei segmenti di popolazioni, nonché come guida per la definizione di pratiche sanitarie e commerciali, l’etichettatura nutrizionale e per lo sviluppo di nuovi alimenti e integratori alimentari.

(Fonte: Quotidiano Sanità)

Bigliografia :

Fonti :

gio 30 ottobre 2014
VEDI ANCHE
Parliamo di …