Nuova collaborazione tra Istituto Mario Negri e Medilogy

Obiettivo della collaborazione è quello di avviare progetti congiunti in diverse realtà del Servizio Sanitario Nazionale, di fornire a enti pubblici e privati specifiche attività di audit e assessment dell’appropriatezza d’uso dei farmaci e del rischio iatrogeno a partire dall’analisi dei dati di prescrizione e di predisporre attività di formazione del personale sanitario volte alla riduzione dei rischi farmacologici e al miglioramento dell’appropriatezza prescrittiva.
Nell'ambito delle attività per la valutazione, promozione e monitoraggio dell'appropriatezza prescrittiva è stato siglato un accordo di collaborazione tra l'IRCCS Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri e la Società Medilogy.

L'Istituto Mario Negri sarà rappresentato dal Laboratorio di Valutazione della qualità delle Cure e dei Servizi nell'Anziano e metterà a disposizione le proprie competenze nel settore della ricerca farmaco-epidemiologica e della valutazione dell'appropriatezza prescrittiva e del monitoraggio della sicurezza d'uso dei farmaci.

Medilogy metterà a disposizione per la realizzazione di progetti specifici le sue competenze nell'ICT in sanità e le sue applicazioni di Clinical Decision Support, in particolare l'accesso alle sue banche dati e alle applicazioni MediDSS, MediDRUG e MediRISK per l'analisi delle prescrizioni, per l'integrazione nei sistemi elettronici di ospedali e/o della medicina del territorio, per lo sviluppo delle suddette applicazioni in funzione delle diverse esigenze di ricerca e acquisizione dati e per la realizzazione di app rivolte a professionisti della salute e ai cittadini.

Obiettivo della collaborazione è quello di avviare progetti congiunti in diverse realtà del Servizio Sanitario Nazionale, di fornire a enti pubblici e privati specifiche attività di audit e assessment dell'appropriatezza d'uso dei farmaci e del rischio iatrogeno a partire dall'analisi dei dati di prescrizione e di predisporre attività di formazione del personale sanitario volte alla riduzione dei rischi farmacologici e al miglioramento dell'appropriatezza prescrittiva.

Leggi la notizia su Quotidiano Sanita

Bigliografia :

Fonti :

gio 26 novembre 2015
VEDI ANCHE
Parliamo di …